Studenti alla scoperta del volontariato salentino

Studenti durante il festival Strade volontarie

Una mappa muta, dieci tappe e, per ciascuna, prove da superare e indovinelli da risolvere per trovare un tesoro dal valore inestimabile: l’impegno civile. È una speciale caccia al tesoro nel centro storico di Lecce quella organizzata dal Centro di Servizio per il Volontariato di Brindisi Lecce, rivolta a oltre cento ragazzi che mercoledì 12 febbraio, a partire dalle 9, partecipano alla Mappa del volontariato.

Sono gli studenti dell’Istituto tecnico economico “Adriano Olivetti” di Lecce e dell’Istituto tecnico “La Porta-Falcone-Borsellino” di Galatina, chiamati a setacciare i vicoli e gli angoli più suggestivi del centro alla ricerca di indizi utili per arrivare alla meta finale. A ogni tappa non si trovano i classici bigliettini, bensì decine di volontari con delle domande, rivolte agli studenti, sulle molteplici sfaccettature dell’impegno volontario nel mondo. Un’esperienza, quella del volontariato, umana e sociale libera e gratuita, in cui ciascuno mette a disposizione tempo e capacità, al fine di costruire un mondo più solidale e sensibile. Nessun guadagno in denaro, ma un arricchimento interiore e relazionale garantito.

La Mappa del Volontariato è un gioco coinvolgente per trasmettere un messaggio importante: “le nuove generazioni”, spiega Luigi Conte, presidente del CSV salentino, “sono il nostro capitale più prezioso. Con l’iniziativa abbiamo pensato di coniugare la bellezza e l’arte che la città offre, con l’aspetto ludico ed educativo”.

L’appuntamento è organizzato in collaborazione con: Agedo Lecce, Astsm, Avis provinciale, Avo “Moscati”, Così come sei, CulturAmbiente, Emergenza Surbo, La chiave d’argento, Laici Comboniani, Marco 6,31, Protezione Civile Poggiardo Vaste, Vulcanicamente.