“Sete” di teatro ai Teatini di Lecce

Giorgio Sales in scena per "Sete"

LECCE – venerdì 24

“e lei? Un sogno lei ce l’ha?”. È uno spettacolo tra desideri e bisogni “Sete”, scritto da Walter Prete e diretto da Lorenzo Parrotto, per la prima volta a Lecce, venerdì 24, nel chiostro dell’ ex Convento dei Teatini.

In scena Giorgio Sales, unico interprete di un meccanismo “scellerato” che coinvolge un ventaglio di personaggi: dal ristoratore all’imprenditore, dall’influencer al trader finanziario, il critico d’arte, in una sorta di gioco al rilancio in cui vince chi riesce ad aumentare di più il valore di un bene essenziale come l’acqua, trasformandolo in un’icona di lusso. Una scrittura a cerchi concentrici in cui gli stessi personaggi, tornano ciclicamente sempre più inebriati dal crescere del desiderio e galvanizzati dall’incapacità di avvertire il bisogno, che però è un indicatore essenziale dell’equilibrio biologico. Partendo da episodi di stretta attualità, passando per la riflessione di Feuerbach e Guy Debord, si giunge alla spettacolarizzazione dell’immagine che per Debord diventa momento della mediazione nel rapporto fra individui, descrivendo la parabola dello slittamento dell’essere in avere e dell’avere in apparire. Assetati di immagini, i personaggi di “Sete” finiscono per non riconoscere più la vera sete, quella legata alla conservazione della vita, che resiste a ogni tentativo di farsi ridurre in cosa.

Sipario ore 21. Biglietto 15 euro. Info e prenotazioni 324/8608305.

Biglietti disponibili presso Koreja, via Guido Dorso 70, Lecce o su Vivaticket.com