Rigenerare i piccoli borghi, l’iniziativa arriva nel Salento

Caprarica di Lecce partecipa all'iniziativa ITS Italy, dell'imprenditore Matteo Cerri, per valorizzare e ripopolare i piccoli borghi italiani.

Il palazzo baronale di Caprarica di Lecce

Caprarica di Lecce apre le sue porte a chi ha voglia di recuperare le bellezze appassite dal tempo o dall’incuria. Il piccolo comune nel cuore del Salento ha aderito al progetto ITS Italy, del fondo italo-inglese i2i (Italians to Italians) guidato dall’imprenditore Matteo Cerri, una piattaforma che ha l’obiettivo di valorizzare e ripopolare i piccoli borghi d’Italia.

Sono migliaia i cittadini stranieri o italiani che vivono all’estero attratti dall’idea di trasferirsi in uno dei tanti paesini dislocati da nord a sud della penisola, lontani dai ritmi frenetici delle città. Il programma di ITS Italy, diventato l’operatore di riferimento nella ricostruzione dei piccoli centri abitati in sinergia con i Comuni, prevede il recupero di decine di unità immobiliari e il contestuale rilancio delle micro-imprese locali. Dal 2018 ha dato avvio a diverse iniziative sparse in varie Regioni, raccogliendo l’adesione di decine di Comuni. “Ad oggi abbiamo ricevuto oltre 3000 richieste da parte di investitori e compratori, il 90% non sono italiani”, dichiara Matteo Cerri, “i primi progetti operativi sono già partiti, un piccolo miracolo in un’Italia in lockdown, e si stima che le prime consegne di immobili rigenerati dovrebbero avvenire per fine anno”. Sono noti i casi di Genova, Sambuca, piccolo borgo in provincia di Agrigento o Ollolai, in Sardegna dove sono arrivate richieste da tutto il mondo.

Alla lista si aggiunge anche Caprarica di Lecce, il primo di cinque comuni pugliesi, che prosegue la sua “riconversione” culturale, alla riscoperta della propria identità, dopo gli effetti devastanti della Xylella sul patrimonio olivicolo della città che un tempo ci ha costruito la sua fortuna. Così la partnership con ITS Italy è solo un’altra strada da percorrere, un’opportunità da cogliere per farla rifiorire: “Crediamo nella rigenerazione del nostro territorio e non lasciamo nulla di intentato”, afferma il sindaco Paolo Greco, “seguendo con determinazione lo scopo di una effettiva resilienza della nostra comunità”. Anche nella “Città dell’olio” si recuperano gli immobili da salvare e salvaguardare offrendo la possibilità di vivere a pochi passi dalla Grecìa Salentina, abbracciati dalla campagna, accolti da una comunità che sta riscoprendo le proprie radici, la cultura, la storia e l’enogastronomia. E l’importante lascito di Antonio Verri, pittore e scrittore che a Caprarica ebbe i natali.