Polvere, tamburi, eleganza: Dior riaccende l’incanto

Risuonano ancora le note e le voci dell’orchestra della Notte della Taranta, nel video girato per Dior da Fabien Baron, in un'antica masseria privata nelle campagne di Ostuni.

Si riaccendono la meraviglia e l’incanto nel nuovo video di presentazione della collezione Cruise 2021 di Dior. Come in quella sera di luglio, quando una luminosa piazza Duomo a Lecce ha ospitato la sfilata di presentazione della collezione Dior Cruise 2021 firmata da Maria Grazia Chiuri, che ha acceso i riflettori su una terra, il Salento e la sua cultura, presentandola al mondo intero. Risuonano ancora le note e le voci dell’orchestra della Notte della Taranta diretta dal maestro concertatore Paolo Buonvino, scorrono negli occhi le immagini delle danze del corpo di ballo, abbagliano le luci colorate delle luminarie in quell’atmosfera magica e per molti, inedita. Tutto questo si ritrova nel breve film diretto da Fabien Baron.

La maison sceglie questa volta un angolo diverso della Puglia, la campagna più interna, bruciata, polverosa e autentica. Il sole non splende, non si scorgono il blu del mare, il verde e il rosso degli ulivi secolari sul terriccio rosso, il paesaggio più scontato e patinato, invece è forte il richiamo ancestrale alla terra, quella della fatica, dei contadini, delle donne pizzicate e delle tradizioni, che il direttore creativo ha voluto omaggiare ancora una volta. Così tra i ballerini e le ballerine che la calpestano al ritmo di tamburelli, le pizzicate che se la gettano addosso con un gesto liberatorio, il dolce suono della fisarmonica e le voci della tradizione, dalle più contemporanee a quelle storiche, appaiono le modelle in un affascinante intreccio che confonde passato e presente e rapisce.

Il video è stato girato nelle campagne di Ostuni proprio nei giorni dell’evento tenutosi a Lecce, in un’antica masseria privata del Settecento.