Nasce il Premio alla Carriera Teatrale del Teatro Pubblico Pugliese

Sale vuote, sipari chiusi. Ma il teatro c’è e fa sentire la sua presenza. In piena pandemia, in un momento di estrema sofferenza per il mondo dello spettacolo dal vivo. Il Teatro Pubblico Pugliese lancia il “Premio alla Carriera Teatrale”, una provocazione più che un riconoscimento, un segnale per dire che il teatro non si arrende, resiste e vuole che si faccia il necessario affinché il sipario torni ad alzarsi.

Il premio istituito con la Regione Puglia nasce per “valorizzare con un riconoscimento l’attività e l’impegno di personalità che hanno contribuito a promuovere la cultura teatrale con opere e proposte che hanno lasciato impronte importanti sul territorio pugliese, in alcuni casi seminando anche nascite di iniziative e progetti teatrali” dichiara il Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Giuseppe D’Urso.

I candidati al premio potranno essere segnalati entro il 31 gennaio di ogni anno da Regione Puglia e Amministrazioni Comunali Socie, Componenti del Consiglio di Amministrazione e da organismi pugliesi rappresentativi del settore teatrale. La valutazione delle candidature spetterà a una giuria composta, oltre che da alcuni rappresentanti del TPP e dal direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia anche da altri esperti del settore, critici e giornalisti.

Il premio verrà assegnato il 27 marzo di ogni anno, in concomitanza con la celebrazione della Giornata Mondiale del Teatro, nel corso di una cerimonia pubblica. Solo per quest’anno, vista la novità dell’istituzione del riconoscimento, e per motivi di sicurezza legati alla pandemia in corso, la consegna è rimandata presumibilmente in estate.