Lecce: tra i libri, un fiore

Da oggi sino al 30 aprile, chi acquista un libro presso una delle librerie di Lecce riceverà in dono uno dei segnalibri raffiguranti fiori primaverili del territorio.

I segnalibri disegnati da Valentina D'Andrea

Mettete un fiore… nelle pagine del vostro libro. È l’invito rivolto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Lecce in occasione della “Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore” con l’iniziativa “Ho messo un fiore tra le pagine di un libro”.

Da oggi sino al 30 aprile, chi acquista un libro presso una delle librerie della città aderenti all’iniziativa riceverà in dono uno dei segnalibri raffiguranti fiori primaverili del nostro territorio, ideati e disegnati dall’artista e designer Valentina D’Andrea. Un incentivo per promuovere la lettura ma anche e soprattutto per sostenere le librerie cittadine in un momento particolarmente delicato. Un’idea che viene dalla terra catalana dove, in concomitanza con le festa di San Giorgio, i librai regalano una rosa per ogni libro venduto.

Questa è una delle tante iniziative del Comune, impegnato nell’attuazione di politiche a sostegno della diffusione del libro, in sinergia con gli attori locali della filiera della lettura nell’ambito del “Patto Locale per la Lettura”. Grazie a tali azioni, il Comune di Lecce ha ottenuto la qualifica di “Città che legge” per i bienni 2018-2019 e 2020-2021, riconosciuta dal Centro per il Libro e la Lettura del Mibact.

“La giornata mondiale del libro ogni anno ci ricorda quanto sia importante questo compagno insostituibile che arricchisce le nostre vite, allarga i nostri orizzonti, ci aiuta a comprendere meglio la realtà e a vivere più intensamente, il libro” dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Lecce Fabiana Cicirillo. “Ancor di più in questo tempo sospeso il libro ha rappresentato per tanti di noi la possibilità di continuare, seppur in modo diverso, a viaggiare, esplorare mondi e vivere sensazioni diverse. Questo piccolo omaggio che il Comune propone vuole essere un piccolo segnale per la grande comunità dei lettori nella nostra città, accomunata dalla passione per la lettura che insieme ci stiamo adoperando per rendere sempre più diffusa, con i librai, con le associazioni, con le imprese culturali, con tutti i cittadini che vorranno aderire al nostro invito”.