La Giornata nazionale della Birra Artigianale per un frizzante inizio d’estate

Si celebra il 23 giugno la prima giornata nazionale dedicata alla birra artigianale firmata Unionbirrai

Ph. Scatti di gusto

“Vento d’estate…io vado al mare, voi che fate?” recita un famoso brano del 1998 di Max Gazzè e Niccolò Fabi. Da quest’ anno finalmente si può dare una risposta differente a questo interrogativo musicale dicendo “sorseggio in maniera più consapevole una buona birra artigianale italiana”.

Il 23 giugno, primo giorno della stagione estiva, infatti, è stato scelto da Unionbirrai, associazione di categoria dei piccoli birrifici indipendenti, per celebrare i venticinque anni dalla propria fondazione e ricordare e raccontare quanta strada ha percorso e sta ancora facendo il movimento birrario in Italia. A tal proposito basti citare due dei risultati più importanti raggiunti da Unionbirrai, ovvero la definizione a norma di legge di “birra artigianale” nel 2016 e l’istituzione  del marchio “Indipendente artigianale una garanzia Unionbirrai” nel 2019, a tutela e garanzia dei piccoli produttori e dei consumatori.

La data del 23 giugno è stata il frutto di una scelta ponderata per dare a tutti l’occasione di organizzare gli eventi sia al chiuso che all’aperto, in un periodo in cui si può finalmente tornare a bere al bancone e nei locali.

Giuseppe Mauro Vigorita

Anche in questa occasione il Salento è pronto a far sentire la propria voce facendo tintinnare i boccali per partecipare a questo frizzante evento birrario nazionale. “Questa giornata”, afferma Giuseppe Mauro Vigorita, Unionbirrai Beer Taster e publican di Bellinfusto, pub indipendente di Ostuni, “nasce in un anno difficile per tutto il comparto, e ci dà un motivo forte per credere e dare una marcia in più al nostro lavoro”, e aggiunge, “ci sentiamo parte di una grande famiglia, nella quale conosciamo le persone che producono la birra, che ci rivelano come nasce, qual è l’idea che c’è dietro” e continua “tutto questo è amore che ritroviamo nel prodotto, che assaporiamo ad ogni sorso” poi con entusiasmo confessa “Per noi sarà semplice affrontare la giornata della birra artigianale, perché ci basterà fare quello che facciamo tutti i giorni, mettendo tutta la nostra passione per spiegare e per fare bere buona birra ai nostri clienti” poi conclude “sarà un giorno in cui avremo una scusa in più per fare quello che più ci piace ovvero bere una buona birra artigianale italiana”.

Francesco Maruccia e Pasquale Ursi, birrai di Officine Birrai

Dello stesso avviso anche da Officine Birrai, brew-pub di Lecce, dove Francesco Maruccia, mastro birraio, e Pasquale Ursi, birraio e Unionbirrai Beer Taster, affermano: “Una bella giornata, un’occasione in più per far capire ai consumatori tutto quello che c’è dietro il mondo birra artigianale” e continuano “perché un bevitore maggiormente consapevole è capace di comprendere meglio l’impegno, la ricerca e la passione che mettiamo nel nostro lavoro ogni giorno” poi concludono “in occasione di questa giornata, per permettere a tutti di approcciarsi più facilmente a questo fantastico mondo abbiamo voluto organizzare, con gli amici di Sulle vie della Birra,  un aperitivo-degustazione giocando con l’ABC della birra artigianale. Vi aspettiamo per tornare finalmente a brindare insieme e per restituire alla birra il suo ruolo naturale di bevanda sociale per eccellenza”.

Sempre a Lecce il Blue Beat per l’occasione punterà su una selezione  dei tre birrifici pionieri del movimento, Birrificio Italiano, Lambrate e BeBa, come piccolo omaggio a chi ha fatto la storia del movimento, birrifici  senza i quali non sarebbe stato possibile raggiungere gli attuali livelli  qualitativi dell’intero settore.

Il programma completo delle iniziative previste è consultabile sui canali social di Unionbirrai

(di Aristodemo Pellegrino)