In scena a Leverano le “voci dall’inferno” della violenza di genere

Sabato 20, il teatro comunale lo ospita lo spettacolo "Pazzi di me", quattro storie vere di donne uscite dall'incubo tra musica e narrazione.

A Leverano si porta in scena la vita vera, con tutti i suoi drammi e i suoi dolori. Si va in scena per non dimenticare, per alzare l’attenzione, per sensibilizzare e accrescere la consapevolezza sulla violenza di genere. Sabato 20 alle 20, il teatro comunale di Leverano ospita “Pazzi di me”, spettacolo ideato da Enzo Mega per Almanacco Leveranese, in collaborazione con Impegno per Leverano, regia e adattamento di Agnese Perrone, voce e chitarra Annalisa Colucci con Alessandra Perrone, Vanessa Pareo, Paola Muja, Tonia Mazzotta, Giusy Mega e Alessia Romanello. La serata è patrocinata dall’associazione Articolo21 – Il dovere d’informare il diritto di essere informati e dall’associazione GiULiA-Giornaliste (Giornaliste Unite Libere Autonome).

Un racconto tra musica e narrazione delle storie di alcune donne vittime di violenza, riuscite a salvarsi dopo aver denunciato gli abusi fisici e psicologici alle forze dell’ordine o hanno chiesto aiuto ai centri antiviolenza. I testi sono tratti dalla rubrica de La Gazzetta del Mezzogiorno “Voci dall’inferno”, curata da Fabiana Pacella che ha raccolto le testimonianze di alcune donne e del loro percorso doloroso verso la liberazione.

Per l’occasione, dalle 18, accanto al teatro fa sosta il camper della Questura di Lecce impegnato per la campagna informativa permanente contro la violenza di genere della Polizia di StatoQuesto non è amore”. Gli agenti di polizia illustrano non solo le modalità attraverso cui le donne vittime di violenza possono rivolgersi alla Questura, chiedere aiuto, sporgere denuncia, trovare assistenza e supporto reali ma sono pronti a raccogliere anche segnalazioni o denunce.

Si può seguire lo spettacolo in diretta streaming sulla pagina Facebook Almanacco Leveranese e dell’associazione GiULiA-Giornaliste (Giornaliste Unite Libere Autonome).

Ingresso su prenotazione. Info: 339/4009053.