Parola ai piccoli lettori: un esplosivo premio per il Boom Book Fest

Niente schede di valutazione né criteri precisi, per la votazione solo il potere della voce e la forza delle storie. Così i circa duecento giurati “under 5” hanno scelto “Il castoro, l’uovo e la gallina” di Eva Francescutto, Chiara Vignocchi e Silvia Borando (Minibombo ed.), come albo più esplosivo del 2019, nell’ambito del Boom Book Fest – Festival della lettura ad alta voce. La rassegna, rivolta ai bambini da 0 a 6 anni, si è tenuta a Calimera, con eventi nelle scuole, in libreria e in piazza, organizzati dalla libreria Voltalacarta con il sostegno di Regione Puglia, in partenariato con l’associazione L’albero delle parole, GAL Isola Salento e con il patrocinio del Comune di Calimera.

Un momento di lettura ad alta voce

Il Boom Book Fest promuove i libri e la lettura, in particolare la lettura ad alta voce, fondamentale, come dimostrato da diversi studi scientifici, per lo sviluppo cognitivo, linguistico ed emotivo nei primi anni di vita, senza contare la meravigliosa esperienza del viaggio nella fantasia. L’iniziativa ha coinvolto i bambini provenienti da tre scuole dell’infanzia e da quatto asili nido, che hanno ricevuto in dono tre libri pubblicati nel 2019 da alcune case editrici specializzate nella letteratura per l’infanzia. Oltre all’esplosivo albo, la piccola giuria ha potuto valutare anche “Senza di me” di Gek Tassato (Lapis ed.) e “Quasi quasi oggi cresco” di Pina Irace e Valeria Valenza (edito da Zoolibri). L’editore vincitore si è aggiudicato un premio in denaro di 500 euro messo in palio dall’associazione di promozione sociale L’albero delle parole, da investire sulla promozione dell’albo vincitore.

L’amore per i libri e per la lettura non bastano a salvare dalla crisi le piccole librerie che non ce la fanno a sopravvivere, lo confermano i dati che certificano la chiusura di numerose librerie indipendenti in tutto il territorio nazionale negli ultimi anni. La libreria Voltalacarta, che quest’anno festeggia dieci anni di attività, resiste e lo fa con iniziative come il Boom Book Fest, cogliendo l’occasione offerta dai bandi regionali e soprattutto tessendo una fitta rete di collaborazioni, perché ancora una volta, è l’unione a fare la forza.