Lecce: apre la condoteca, la biblioteca di condominio

Nel quartiere 167B di Lecce arrivano le biblioteche di condominio, piccole postazioni biblioteca negli spazi comuni degli edifici abitativi.

Sarà come avere un salotto in più, ma in condivisione con gli altri condomini. E sarà l’occasione per scoprire passioni in comune con il vicino di casa, scambiare libri e condividere piccoli piaceri come quello della lettura. Nel quartiere 167B di Lecce stanno per nascere le biblioteche di condominio, piccole postazioni biblioteca e angoli di lettura negli spazi comuni degli edifici abitativi. Nascono le Condoteche, un progetto di inclusione e innovazione sociale nato dall’idea dei residenti e delle associazioni del quartiere Le ali di Pandora, 167BrEvolution che ha preso forma grazie alla collaborazione con AMA – Accademia Mediterranea dell’Attore, Asteroide B167 e L’ora del tè e al prezioso contributo degli studenti del Liceo Banzi

Oltre 500 volumi saranno distribuiti in 10 condomini che accoglieranno una selezione di libri dedicati alla Puglia e agli scrittori di questa terra, pubblicati dalle case editrici regionali. I testi sono stati donati dal Polo Bibliomuseale di Lecce, fanno parte di una dotazione acquistata con il Piano straordinario di sostegno alla Cultura “Custodiamo la cultura in Puglia”, adottato dalla Regione Puglia per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. “Più che di donazione mi piace parlare di un concetto ancor più legato alle pratiche che nel Polo bibliomuseale stiamo immaginando giorno dopo giorno: condivisione”, commenta Luigi De Luca, direttore del Polo Bibliomuseale di Lecce “Condividere libri significa connettere pensiero e cultura, ma anche creare un’ideale connessione tra la Biblioteca Bernardini e questo nuovo progetto delle Condoteche. Si realizza così un’utopia, quella di una cultura capace di essere legante tra esperienze, idee e amore per la lettura.”

Le Condoteche, in questo periodo di emergenza, sono un antivirale sociale che cura il benessere collettivo, recuperando le relazioni di prossimità. Una biblioteca diffusa di comunità, dove poter leggere, custodire, scambiare libri e socializzare. Per agevolare la gestione dello scambio gli studenti del Liceo Banzi hanno sviluppato una webapp che sarà in grado di tracciare e misurare quanta strada percorreranno i libri, di casa in casa, tra le mani degli abitanti.

Le biblioteche di condominio rappresentano una nuova forma di presidio e di prossimità culturale e sociale creata a misura dei bisogni di bambini e adulti, un modello che si basa sul coinvolgimento e sulla partecipazione dei cittadini nella gestione del patrimonio culturale.