Insalata di cicorie a scattune, pomodori secchi e pecorino

Nel Salento non manca mai sulla tavola il cesto delle verdure crude, il cosiddetto “subbrataula”, alleato prezioso dello stare insieme e anche della digestione. Ce ne parla, con una selezione di quattro ricette sul numero di gennaio di quiSalento, Chiara Santantonio, classe 1988, in arte pae.sano, che sul suo account Instagram racconta di cucina sostenibile, responsabile e a km0.

Insalata di cicorie a scattune, pomodori secchi e pecorino

Ingredienti:3-4 “scattuni” (puntarelle) di cicoria (circa 600- 800 g); pomodori secchi; il  cuore di un sedano, foglie comprese; qualche cappero; aglio e prezzemolo; 100 g di pecorino semistagionato.

Mettete a mollo i pomodori secchi qualche ora prima di cominciare e cambiate l’acqua 3-4 volte; staccate “gli scattuni” della cicoria, preoccupandovi di tenere solo la parte tenera, lavateli e tagliateli a listarelle sottili, per lungo.

Lavate e tritate il sedano e il prezzemolo; unite tutti gli ingredienti in una ciotola, poi aggiungete i tocchetti di pecorino (o di una caciotta saporita a vostra scelta) e i capperi.

Condite con olio, potreste non aggiungere affatto il sale perché a dare sapidità ci sono i pomodori secchi, i capperi e il formaggio.

Schiacciate l’aglio con la lama di un coltello, pelatelo e fategli fare qualche giro nell’insalata. Una volta che l’avrà insaporita, potrete ripescarlo e toglierlo, se preferite.

Per leggere le altre ricette dello speciale, acquista la tua copia di quiSalento.