Il cammino delle persone comuni: per un turismo “slow”, sostenibile e di prossimità

Giulia e Danilo dell'associazione Edeno culture & adventure

Chi l’ha detto che servono le ali, per volare? Chi l’ha detto che per conoscere nuovi luoghi sia necessario andare lontano? Spesso l’inaspettato è dietro l’angolo di casa, e la meraviglia più vicina di quanto si pensi. “Il cammino delle persone comuni” è proprio questo, la dimostrazione tangibile che, anche in un periodo così particolare, nonostante tutto, è possibile conoscere luoghi nuovi e viaggiare in maniera sicura, seguendo le misure di distanziamento sociale e utilizzando, quando necessario, i dispositivi di protezione personale.

Danilo e Giulia, dell’associazione Edeno culture & adventure, punto di riferimento nel territorio quanto si parla di attività di trekking e passeggiate in bici, da sempre alla scoperta di un turismo “slow” e destagionalizzato, decidono quindi di muoversi nell’estremo lembo del Salento, nel sud est di Puglia e d’Italia: due viandanti alla riscoperta del “vicino”, inteso sia nel senso territoriale che dal punto di vista umano, in un percorso ad anello che vede la partenza martedì 9 giugno e l’arrivo mercoledì 17, sempre a Corsano. L’iniziativa è stata sposata anche dal Csv Brindisi Lecce che ha inserito il percorso nel festival del volontariato “Strade Volontarie”.

Giulia e Danilo durante il Cammino di Santiago

Ogni giorno di cammino viene documentato puntualmente con dirette Facebook e videochiamate, ed è motivo di incontro con famiglie, Ets, piccoli B&B e attività turistiche, che possano raccontare come hanno trascorso il recente periodo di isolamento e l’emergenza, come intendono ripartire, e a quali attività ricominciare dedicarsi, alla scoperta di una nuova normalità. Ogni giorno di cammino viene documentato puntualmente con dirette Facebook e videochiamate, ed è motivo di incontro con famiglie, Ets, piccoli B&B e attività turistiche, che possano raccontare come hanno trascorso il recente periodo di isolamento e l’emergenza, come intendono ripartire, e a quali attività ricominciare dedicarsi, alla scoperta di una nuova normalità.

Si parte martedì 9 da Corsano, appunto, in direzione di Torre Specchia Grande, transitando mercoledì 10 per Volito, Vereto e Morciano, fino ad arrivare a Salve. Giovedì 11 si toccano Ruggiano, Barbarano e Alessano, venerdì 12 Specchia e Ruffano, sabato 13 Montesano e Castiglione, domenica 14 Diso, Ortelle, Poggiardo e Giuggianello, lunedì 15 Giurdignano e Otranto, martedì 16 Cerfignano e Castro. Mercoledì 17, infine, dopo un passaggio a Tricase, si fa ritorno al punto di partenza, Corsano.
La struttura della giornata è quanto di più naturale si possa immaginare, tra risveglio, colazione, saluti e partenza, e si sviluppa poi tra incontri programmati, pensieri ad alta voce, cammino, scelta della strada, dettagli tecnici e il meritato relax serale, con una cena e un po’ di chiacchiere nella casa di turno che ospita i novelli pellegrini.
Chi vuole aggregarsi (solo per i cammini giornalieri e non per il pernottamento) è il benvenuto.
Info: 328/9389480.