Digitali si nasce, lettori si diventa. Le grandi storie a colori di Minuscolo

Con l'inaugurazione della Minuteca, al via il progetto didattico, ludico e formativo dell’associazione Blablabla e del Comune di Trepuzzi

È impossibile per un adulto immaginare una vita senza libri tanto quanto per un bambino della “generazione z”, i nati tra la fine degli anni Novanta e il primo decennio dei Duemila, concepire un mondo senza nuove tecnologie. C’è però chi ha saputo mettere insieme le due dimensioni, analogica e digitale, pensando proprio a loro, i veri nativi digitali, cresciuti tra smartphone, tablet e computer, che imparano a navigare prima ancora di saper leggere.

Il direttivo di Blablabla

Come l’associazione Blablabla, con il progetto Minuscolo 2.0, la “succursale” on-line del progetto Minuscolo, nato negli spazi dell’Auditorium di Blablabla in zona Santi a Trepuzzi, con la graziosa Minuteca, un luogo a misura di bambino, dove accogliere i più piccoli e consentire loro di familiarizzare con l’oggetto libro, tra albi illustrati e letture collettive e ad alta voce, che inaugura sabato 17.

Minuscolo 2.0 è un portale di servizi educativi e didattici, sostenuto dall’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Trepuzzi con il “Fondo regionale per il sistema integrato di educazione e di istruzione da 0 a 6 anni”, un supporto per i genitori nell’educazione dei più piccoli, spesso in difficoltà a orientarsi in maniera corretta nella sterminata offerta del web. Minuscolo 2.0 è inclusivo e gratuito, accompagna gli adulti nella scelta di stimoli adeguati, dalla nascita a 6 anni, con proposte differenziate per età, interessi e attitudini.

L’esigenza si è manifestata con più forza durante i mesi del lockdown, quando si è interrotta la quotidianità: ci si è ritrovati in casa, lontani da scuola e dalla socialità dell’ambiente scolastico, i bambini hanno visto i loro ritmi cambiare radicalmente e perdere l’opportunità di ricevere stimoli adeguati alla loro età, solo in parte sostituiti dalle attività svolte in famiglia. A soffrirne di più sono stati i piccoli che provengono da contesti sociali, culturali ed economici più svantaggiati, è aumentata la disuguaglianza tra chi ha potuto garantire strumenti adeguati all’educazione dei figli e chi no. “Abbiamo accolto e sostenuto con grande entusiasmo la proposta progettuale di Blablabla di servizi educativi per la fascia 0-6 anni”, commenta l’assessore alle Politiche sociali Lucia Caretto, ”siamo sicuri che questo progetto, totalmente inclusivo e gratuito, possa offrire un supporto attivo ai bambini e alle loro famiglie, fungendo da ponte tra le istituzioni, la scuola e la comunità dei piccoli”.

Minuteca – Ph. Gabriele Albergo

Intuitivo per i bambini, organizzato per i genitori o gli adulti di riferimento, il portale è navigabile per attività, ma anche per competenza, scegliendo, giorno per giorno, secondo i desideri del bambino, se si vuole sviluppare l’apprendimento o l’autonomia, il linguaggio, il movimento o la socialità. Racconti virtuali, attività ludiche, esperienze didattiche, tra le idee proposte, ci sono le Storie di carta, con i libri letti ad alta voce e incontri con i testi più rappresentativi della letteratura per l’infanzia; i laboratori, con atelier pratici, per i più autonomi, con materiale accessibile on-line, dai video-tutorial realizzati da esperti sino ai modelli stampabili; i giochi, per non trascurare l’aspetto ludico della didattica, con applicazioni specifiche per l’infanzia e video divertenti; quindi la sezione “Imparo a”, improntata alla didattica per discipline, con attività come imparare a contare, cimentarsi con l’inglese e aguzzare la vista nell’osservazione di quadri e opere d’arte.

Con Minuscolo 2.0 la casa diventa laboratorio di idee, fucina creativa, palestra e biblioteca, luogo interattivo dove crescere, imparare e giocare, da soli o insieme. In questo periodo di emergenza, con accessi limitati alla cultura, è importante trovare mezzi, luoghi e modi alternativi per diffonderla. “I bambini e le bambine rischiano di pagare lo scotto di questa pandemia” sostiene il sindaco di Trepuzzi Giuseppe Taurino, ”ritrovare in sicurezza, nel pieno rispetto della normativa anticontagio, un luogo di aggregazione che stimola la creatività e la fantasia, diventa fondamentale per lo sviluppo dei nostri piccoli e piccole concittadine”. E se non si potrà andare in Minuteca, sarà lei a raggiungere i piccoli lettori, grazie al progetto Parole in casa, il servizio gratuito di prestito riservato a tutte le famiglie con bambini, da zero a sei anni, residenti sul territorio di Trepuzzi, a cui si accede tramite portale. “Abbiamo deciso di portare la cultura a casa dei bambini, consegnando a domicilio gli albi illustrati richiesti”, commenta Vito Greco, direttore creativo di Blablabla,  “in questo modo offriamo la possibilità a chi deve restare a casa di impegnare il proprio tempo leggendo, riflettendo e liberando la fantasia: un libro è sempre il migliore amico nei momenti di solitudine e di noia e aiuta a pensare a nuove alternative per quando si potrà di nuovo vivere liberamente”.

Minuteca – Ph. Gabriele Albergo

Perché il libro, quello che si sfoglia davvero, da leggere o osservare, è il cuore di tutto il progetto, è un mondo nel quale buttarsi a capofitto, grazie anche al prezioso lavoro delle case editrici per l’infanzia, con cui l’associazione ha stretto importanti collaborazioni. Ogni mese sul portale Minuscolo 2.0 un focus su una casa delle case editrici italiane specializzate in letteratura per i più piccoli (Zoolibri, Kite, Logos, Lapis, Fatatrac, Settenove e altre) con contenuti esclusivi, letture ad alta voce, contributi video e consigli pensati per le famiglie, con albi e storie segnalati nella sezione “Da non perdere”. Inoltre, l’inaugurazione del portale è preludio alla nascita di una nuova collana di albi illustrati per l’infanzia, frutto dell’incontro tra Blablabla con illustratori e autori. Utilissima anche la sezione Parla con l’esperto, angolo dedicato ai genitori, con una équipe di sostegno e consulenza a disposizione delle famiglie.

L’appuntamento è per sabato 17 alle 18.30 presso l’Auditorium di zona Santi a Trepuzzi, per la presentazione alla comunità del progetto Minuscolo e dello spazio della Minuteca. Intervengono Giuseppe Taurino, sindaco di Trepuzzi; Lucia Caretto, assessore alle Politiche sociali del Comune di Trepuzzi; Sebastiano Leo, assessore alla Formazione, alle politiche per il lavoro, al diritto allo Studio, all’Istruzione e all’Università della Regione Puglia e  Vito Greco, presidente di Blablabla. A seguire, alle 19.15, Mauro Scarpa presenta il suo ultimo albo “Chi l’ha detta?”, edito da Zoolibri, prima casa editrice cui sarà dedicato il focus sul portale.

Posti limitati. Prenotazione obbligatoria. Info: 351/8734026.