Conservatorio “Tito Schipa”, le nuove attività tra palco e cattedra

Un frame del video promozionale.

Come da piacevole abitudine negli ultimi tempi, il conservatorio “Tito Schipa” di Lecce questa estate esce dalle aule per suonare sul territorio la cultura musicale. Nello spirito della divulgazione, dall’11 al 30 luglio si svolge il Tito Schipa Music Festival, cinque concerti in cinque comuni del Salento di ensemble e organici composti da studenti e docenti, ospitati nei comuni di Caprarica di Lecce, Salve, Zollino, Matino, Novoli.

Sabato 11 luglio nel Cortile del Palazzo Baronale di Caprarica di Lecce la rassegna parte con “Classico e Neoclassico” del Piccolo complesso da camera Tito Schipa. Un repertorio con musiche di Bach, Debussy, Hindemith,  Malipiero e Ravel eseguito da Luigi Bisanti (flauto), Lucia Rizzello (flauto), Manuela Nicolì (clarinetto), Alessandro Baldassarre (violino I), Marcello Baldassarre (violino II), Cristian Musio (viola), Gabriele Musio (violoncello), Alessandra Targa (arpa). Domenica 12 luglio, in piazza Sant’Anna a Zollino e domenica 19 luglio in piazza San Giorgio a Matino, le note di “Wind and friends” del Tito Schipa Wind Ensemble, con musiche di Farkas, Rossini, Bizet, Gershwin. In scena Sara Caliandro (clarinetto), Giuseppe Contaldo (oboe), Marco Delisi (flauto), Alfonso Greco (corno), Giuseppe Spedicati (fagotto), Valeria Vetruccio (pianoforte). Mercoledì 22 luglio nella chiesa di San Nicola Magno a Salve, il quintetto Tito Schipa, composto da Rosa Andriulli (violoncello), Marcello Baldassarre (violino), Francesco Sabato (violino), Antonio Scarinzi (chitarra) e Fernando Toma (viola), presenta “Il virtuosismo italiano in Europa” su musiche del compositore e violoncellista Luigi Boccherini. La rassegna si chiude giovedì 30 luglio nel chiostro del Convento dei Padri Passionisti di Novoli con lo spettacolo “Voci inaudite…”, su musiche di Le Beau, Wiek Schumann, Bonis. L’ensemble è composto da Monica Altamura e Rosa Andriulli (violoncello), Noemi Puricella e Francesco Sabato (violino), Fernando Toma (viola), Lucia Rizzello e Luigi Bisanti (flauto), Luciano Fuso e Valentina Parentera (pianoforte).

Nel frattempo, ferve la programmazione per il nuovo anno accademico 2020/2021. C’è tempo sino a sabato 25 luglio per iscriversi ai quattro percorsi di classica, elettronica, jazz e pop-rock, ai quali si aggiunge anche il triennio di Etnomusicologia, che arricchirà ulteriormente l’attività formativa del conservatorio presieduto da Biagio Marzo e diretto da Giuseppe Spedicati, un corso che avvicina il Conservatorio, ancora di più, alle tradizioni di musica etnico-popolare.

Per presentare i nuovi corsi il conservatorio, che ha una sede anche a Ceglie Messapica, lancia sui social e sul web un video realizzato da Paolo Laku Francesco Ciarnò grazie alla collaborazione di docenti e studenti.

Inizio concerti ore 21. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.

Info: 0832/344267.