Alla scoperta della terra delle utopie

Ogni domenica, gli uomini e le donne della Casa delle Agriculture di Castiglione d'Otranto conducono alla scoperta dei loro terreni coltivati.

Per fare un paese, ci vuole un chicco di grano. È quello che succede a Castiglione d’Otranto, comunità tra le più virtuose del Salento, dove grazie all’impegno e all’attività della Casa delle Agriculture Tullia&Gino la produzione e la coltivazione delle antiche varietà cerealicole diventa quasi un rituale, sicuramente un lustro e un motore economico.

E allora, con la giusta e meritata fierezza, Donato, Rocco, Francesco, gli uomini e le donne della Casa delle Agriculture ci presentano “la terra in cui crescono le utopie”, ci prendono per mano e ci conducono nei campi dove i sogni a occhi aperti sono diventati realtà. Si chiama proprio “Ti presento la terra in cui crescono le utopie”, la rassegna a cura della Casa delle Agriculture che, ogni domenica, ci porta a scoprire un terreno, tra Andrano e Tricase, a respirare l’aria buona dei campi, a toccare con mano e vedere dal vivo il lavoro degli agricoltori e soprattutto la bellezza di una terra sottratta all’abbandono e restituita alla vita.

Sono circa venti gli ettari di terreno che, completamente abbandonati, sono stati concessi in comodato d’uso gratuito alla cooperativa, che vi coltiva farro, grano, orzo: il grano Cappelli, lo Strazzavisazz, il Saragolla, il Farro dicocco e monococco, l’Orzo Nudo, la Capiniura, il Maiorca e il Gentilrosso, sembrano nomi di personaggi leggendari, e forse un po’ lo sono, le varietà coltivate, che hanno rimesso in moto un’economia a km0, una filiera corta che dai campi finisce nel mulino di comunità, il primo in Puglia, un vero e proprio baluardo per incoraggiare la difesa della biodiversità e contrastare lo spopolamento dei piccoli borghi rurali nel Salento.

Grazie alla geolocalizzazione dei terreni presente sul sito internet, la cooperativa consente a chi ha voglia di organizzare in autonomia le passeggiate nei terreni. Gli agricoltori saranno a disposizione per chiacchierate, dimostrazioni e confronti, tutto all’aria aperta, nel pieno rispetto delle regole anti-Covid. “Invitiamo chi vuole a passeggiare e, se ne ha voglia, contattarci”, spiegano dalla cooperativa, “l’obiettivo è essere trasparenti, tracciabili, seri“. Affidabili e genuini. Come un chicco di grano.

Info: 366/5471708; coop.casadelleagriculture@gmail.com