Nel cuore di Gallipoli, la magia del Natale tutto l’anno

In soli sei anni, "It's a small world" è diventato una tappa cult per chi giunge a visitare la città bella e un luogo del cuore per i gallipolini.

Ph. Skakkomatto

C’è un posto, nel cuore di Gallipoli, dove il Natale non finisce mai. Dove, anche in piena estate, cade la neve e i sonagli delle renne tintinnano nell’aria. A pochi passi dallo Jonio, nella città salentina simbolo dell’estate, una deliziosa bottega di legno e carta colorata, aperta tutti i giorni dell’anno, aspetta con ansia la festa più bella. Una porta rossa e verde e un tappeto scarlatto danno il benvenuto in una dimensione spazio-temporale altra, dove il Natale è un sogno che non finisce mai.

“It’s a Small Christmas World” è un piccolo grande mondo, che si apre su via Antonietta De Pace, la via che taglia in due l’isola del centro storico gallipolino. Basta varcare la soglia per atterrare nel regno della fantasia: gli schiaccianoci danno il benvenuto in un reame di sola immaginazione, tra gnomi, macchinine, bastoncini di zucchero che pendono dal soffitto, carillon, elfi, biscotti di zenzero, cristalli di neve, miniature, orsacchiotti di peluche, giocattoli di legno, decorazioni, luci colorate.

Ph. Skakkomatto

“Abbiamo aperto nel 2014 e in soli sei anni siamo diventati un punto di riferimento, una tappa obbligata per chi viene a Gallipoli e siamo presenti anche su numerose guide della città”, racconta Alberto Greco, proprietario, attore, organizzatore di eventi, a tema natalizio e non, e anche un po’ anima del centro storico cittadino. “Tutto è nato da un piccolo negozio di giocattoli, da una selezione curata da me di giocattoli di qualità, naturali, in legno, senza marche né loghi, ma i clienti erano molto interessati agli articoli natalizi e allora pian piano abbiamo aggiustato il tiro”.

Tutto è curato da Alberto e dai suoi collaboratori, “dagli elfi”, come ama chiamarli lui. E tra l’altro, proprio un elfo dorme nel retrobottega, nella stanzetta allestita appositamente per lui, meta privilegiata, e ormai di rito, per tantissimi bambini. “Il nostro elfo dorme dal 26 dicembre fino al 1° dicembre dell’anno successivo”, racconta Alberto, “quando si sveglia legge le letterine dei bambini e si mette al lavoro per realizzare i doni. Ama i bastoncini di zucchero e i bimbi vengono spesso a lasciarli sul letto mentre dorme, insieme alle lettere”.

Ph. Skakkomatto

Una tappa obbligata, allora, non solo per i turisti, ma anche per i gallipolini, per i quali è ormai diventato un luogo del cuore, grazie anche alla selezione curatissima di articoli particolari, ricercati, in tutta Europa, nei mercatini e nelle botteghe artigianali: giochi di latta, riproduzioni di balocchi anni Cinquanta, ninnoli per collezionisti, serie di luci in carta di riso colorata, tipiche del Natale vintage, manufatti della tradizione artigianale, italiana e soprattutto salentina, con le classiche campanelle di terracotta, rivisitate in versione natalizia.

“Durante i mesi di chiusura dovuti all’emergenza sanitaria, abbiamo rinnovato completamente la bottega, recuperando anche alcuni degli allestimenti dei villaggi di Natale che organizziamo a Gallipoli”, spiega Alberto. It’s a small Christmas world ha riaperto i battenti dopo il lockdown, ricominciando il suo ormai celebre conto alla rovescia per il Natale. Questo piccolo angolo di magia è aperto tutto l’anno, una scelta sempre più comune tra i negozianti del centro storico di Gallipoli, decisi a dare vita all’isola della città vecchia, e a tenerla accesa e attiva, non solo durante il pienone della stagione estiva. In fondo, mancano solo 105 giorni al Natale.