Musica e memoria: nasce il premio dedicato a Vincenza Magnolo

Si tiene sabato 5 settembre a Lu Mbroia, la prima edizione del premio Vincenza Magnolo, per la musica d'autore, di ricerca e di riproposta.

Un premio in memoria di Enza. Si tiene quest’anno la prima edizione del premio “Vincenza Magnolo” in onore della giovanissima cantante e artista salentina scomparsa nel 2015 a soli 26 anni. A lei che amava la musica, che aveva dedicato anni, tempo ed energie alla riscoperta del patrimonio immateriale salentino, e a farlo suo, una serata in compagnia di voci di talento e personalità uniche nel panorama musicale nazionale.

L’appuntamento è a Corigliano d’Otranto, paese natale dell’artista, nelle campagne de Lu Mbroia, sabato 5 settembre, per la cerimonia di consegna del riconoscimento, per tre categorie: musica d’autore, di ricerca, di riproposta, per continuare, idealmente, nel solco dell’attività di studio ed esplorazione di Magnolo.

Nella categoria “ricerca” a essere premiato è il compositore, fisarmonicista, polistrumentista e improvvisatore albanese Admir Shkurtaj. Diplomato in Composizione e Musica elettronica al Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce, nel corso della sua carriera ha suonato in numerosi festival e rassegne, conquistato prestigiosi premi e collaborato con ensemble e artisti internazionali. Per la “riproposta”, il premio va alla cantante salentina Maria Mazzotta, una delle voci più apprezzate del panorama folk italiano e della world music internazionale. Dopo una lunga esperienza con il Canzoniere Grecanico Salentino, il sodalizio artistico con il violoncellista Redi Hasa e le collaborazioni con Sayeeduddin Dagar, Bobby McFerrin, Ibrahim Maalouf, Rita Marcotulli, Ballake Sissoko, Piers Faccini, Justin Adams e Juldeh Camara, solo per fare qualche nome, il suo ultimo lavoro discografico “Amore Amaro” (Agualoca Records) è stato finalista delle Targhe Tenco nel 2020.

La serata si conclude con il concerto di Mariella Nava, scelta per la categoria “musica d’autore”. La cantautrice, tarantina di nascita e romana d’adozione, vanta una carriera trentennale, come autrice e cantante, a partire da Sanremo 1987. Da Luis Bacalov a Lucio Dalla, da Amedeo Minghi ad Andrea Bocelli, da Eduardo De Crescenzo a Geoff Westley, da Gianni Morandi a Dionne Warwick, da Grazia Di Michele a Rossana Casale (con le quali porta in giro lo spettacolo “Cantautrici”) sono tante, solo per citarne alcune, le collaborazioni di questi anni. Il suo ultimo singolo “Povero Dio” è uscito a maggio, in attesa del nuovo album, a distanza di 3 anni da “Epoca”. Nell’uliveto de Lu Mbroia si esibirà piano e voce per ripercorrere tutti i momenti salienti della sua carriera dagli inizi fino ad oggi.

Apertura Area Ristoro ore 20:30 – Inizio live ore 21:30
Art&Lab Lu Mbroia  – prosecuzione Via Marcello, Corigliano D’Otranto (Le)
Contributo associativo 15 euro
Posti limitati – Prenotazione consigliata
Info lumbroia@massimodonno.it – 338/1200398