La poesia accorcia le distanze: a Gallipoli prende il via “Poiè”

Nella biblioteca Sant'Angelo a Gallipoli, prende il via oggi "Poiè", rassegna di sei incontri digitali su letteratura e poesia, a cura di Andrea Donaera.

La biblioteca Sant'Angelo a Gallipoli.

Costruire ponti. Inventare immaginari. E, mai come in questo periodo, accorciare le distanze. Serve a tutto questo, e a molto di più, la parola letteraria. Si rimette in moto allora il progetto Gallipoli in poesia dell’amministrazione comunale, che riprende i lavori e dà il via a “Poiè”, rassegna poetica di incontri digitali, imbastita grazie alla collaborazione di Amart associazione culturale e al coordinamento artistico dell’associazione giovanile Canisciolti, in compagnia di volti noti e penne dello scenario culturale salentino.

Ha preso il via insieme allo scrittore Andrea Martina, originario di Cellino San Marco, autore di tre romanzi, un saggio, e sceneggiature teatrali. Martina è accolto nella sofisticata biblioteca comunale Sant’Angelo, nel cuore del centro storico gallipolino, dal padrone di casa, Andrea Donaera, anch’egli scrittore, e direttore artistico del festival, fresco d’esordio narrativo, con il pulp “Io sono la bestia”, pubblicato lo scorso anno, vincitore di numerosi premi e tradotto anche in Francia.

Andrea Donaera

“Trasferire gli eventi online non ha nulla a che fare con la normalità, non sostituisce neanche lontanamente l’esserci in presenza: ma è un sintomo di resistenza, perché svuotare le persone (anche) della letteratura e della poesia creerebbe un distanziamento tremendo e pericoloso – uno spazio vuoto tra le nostre vite e la realtà feroce che ci circonda, che solo l’arte può colmare”, dichiara Donaera. “A un certo punto di questo anno infausto che ci è stato dato in sorte, tutti i lavoratori del mondo culturale, si sono chiesti: “E mo’ che facciamo?”. È una domanda che persiste, riverbera fortissima ogni giorno. Le istituzioni che tentano di dare risposte sono pochissime. Per fortuna il Comune di Gallipoli, nella persona del sindaco Stefano Minerva, prova a essere un avamposto in grado di sostenere le operazioni legate ai processi culturali anche in una condizione come quella attuale. Questo “Poié Podcast” ne è un grande esempio”.

“In questi anni abbiamo sempre dato spazio alle manifestazioni culturali e agli incontri dedicati al mondo della poesia”, commenta il sindaco Stefano Minerva. “L’emergenza sanitaria ha rappresentato un grosso impedimento per questo settore e abbiamo pensato di garantire al pubblico gli incontri in biblioteca ma con una forma alternativa. Il festival, nato nel 2017 grazie all’attuale amministrazione, continua e si adatta al contesto: sosteniamo la cultura, sosteniamo la poesia”.

“Poiè” continuerà con un incontro a settimana, il mercoledì a mezzogiorno, in compagnia di Chiara Evangelista, Annibale Gagliani, Andrea Martina, Giorgia Salicandro, Walter Spennato e Maria Pia Romano.

Gli incontri sono trasmessi in diretta sulla pagina fb del Comune di Gallipoli e resteranno visibili sull’account Youtube del Comune.