Insalata di verdure asciugate al sole

Il sole, la terra e quell’ineguagliato tesoro che era il giardino della casa al mare. Chiara Santantonio, in arte pae.sano, propone ricette realizzate con procedimenti e materie prime di stagione ma soprattutto un approccio sostenibile all’alimentazione e all’ambiente.

Insalate di verdure asciugate al sole

Semplice, adatta a tutti i metabolismi e ideale per chi deve mangiare poco salato: gli ingredienti possono essere presi direttamente dall’orto e, a parte essere lavati e tagliati, non richiede che l’assemblaggio e l’aggiunta di olio. Fa tutto il sole. È la preparazione che meglio esalta quello che abbiamo imparato a chiamare “l’umami” dei pomodori, ovvero il “quinto gusto”, saporito, che contiene l’equilibrio degli altri quattro.

Ingredienti per 4 persone: 600 g di pomodorini datterini o fiaschetto; 4 o 5 zucchine piccole paesane, dall’orto o dal contadino di fiducia; 1 cipolla rossa da circa 300 g, preferibilmente di Acquaviva; olio evo; origano; sale fino.

Al mattino, affettate cipolle e zucchine a rondelle di circa 1 o 2 mm di spessore. Tagliate a metà i pomodorini e, se non avete delle stuoiette rigide da mettere sul terrazzo, individuate una zona della casa soleggiata e ventilata, dove mettere un tavolo rivestito con della carta forno (fermata anche con dei sassi o delle mollette da bucato).

Disponetevi i pomodorini con l’apertura rivolta verso l’alto, le fettine di cipolla e zucchine in modo che non si sovrappongano; distribuite qualche granello di sale (meno di un pizzico per tutte le verdure) su tutte le verdure.

Lasciatele asciugare finché non sarà il momento di pranzare: solo allora le ritirerete dal sole, le metterete tutte in una coppa e le condirete con buonissimo olio evo e una spolverata di origano.