Emèrgenti. Le mille note della solidarietà salentina

Quando la musica è passione e amicizia, goliardia ma anche solidarietà. Si suona e ci si diverte nel Brindisino, dove un gruppo di musicisti e responsabili di varie associazioni, raccolgono i brani di una ventina di band emergenti, giocano con le parole e danno vita a “Emèrgenti”, doppio cd nato sui palchi e nei tanti incontri di “Pagliarotto&friends” e “Facciamo la Pace con i Diritti”, due partecipatissime manifestazioni protagoniste da qualche anno dell’estate di Torre Santa Susanna.

Tutto l’amore per la musica unito all’impegno sociale: questi gli ingredienti del progetto e del cd, pensati, come dice chiaramente il titolo, per sostenere le attività di Emergency, in particolare la realizzazione di un poliambulatorio a Palermo che garantirà assistenza sanitaria gratuita a tutti i migranti. Ed è significativa anche la copertina: “Emèrgenti”, spiegano gli organizzatori, “vuole indicare la voglia di emergere che tutti noi dovremmo avere, quella che dovrebbe portare noi stessi ad affacciarsi alla vita nel modo più naturale e curioso, come fa un neonato nei suoi primi giorni di vita”. Fin qui le parole, passando alla musica, i due cd raccolgono le mille note di un territorio che, negli ultimi anni, si mostra sempre più vitale, brioso e creativo. Dai palchi al cd, “Emèrgenti” è una ricca carrellata di musiche e canzoni, introdotte e chiuse da due interventi recitati, “Gli innumerevoli” e “Giustizia per amor della Pace”, per la voce e di Gino Cesaria di Teatro e Vita.

Scorrendo nomi e note, si passa dal rock mediterraneo dei Leitmotiv (Napoli Minor), al jazz contaminato di Camillo Pace e Connie Valentini (Il volo dell’Angelo); dal rock dei Lenula (Modellando la notte) alla raffinatezza sonora dei Marinaria (Mari). Spazio ai ritmi in levare con l’accoppiata tra Saska Chewa e uno dei papà del reggae salentino, Treble. Quindi ancora jazz con i Trithonia per passare al cantautorato folk della Piccola Compagnia Instabile (Venti), alle sperimentazioni di Mirko Lodedo con i musicisti di Casarmonica (Traffic) e ai ritmi tribali di Africanti (Meae). Il “miscuglio sonoro” di Mezzatesta & soci apre il secondo cd, nel quale si incontrano Risonanze folk (I venditori di fumo) e Carabina Bezzi (Il Prodigio), Miope (Il Bosco) e Missiva (Igniorante), Vincenzo Maggiore (Sotto le scarpe), Davide Berardi (Ninnarella), Retroscena (Non ti dimentico) e Gianluigi Cosi (La parrucca). Tutti insieme per un’altra passeggiata tra folk, rock, pop, ska e tanto altro. Tra palchi e festose platee, tra suoni emergenti e… accenti di solidarietà. (Dario Quarta)