Cinema del Reale: caos, misteri e seduzioni nel castello

Da martedì 28 a venerdì 31, si tiene a Corigliano d'Otranto la 17sima edizione della Festa di Cinema del Reale.

cinema-del-reale

Un castello colmo di… caos, misteri, seduzioni. Si accende lo schermo della Festa di Cinema del reale, ed è questa una notizia, vista l’incertezza dovuta all’emergenza sanitaria. Torna la rassegna che, per il 17esimo anno, illumina di storie e bagliori l’estate salentina. C’è il cinema documentario, italiano e internazionale, tra grandi protagonisti e giovani leve, ci sono le luci, le installazioni, tutto il corollario di incontri e performance all’insegna della creatività e di uno spirito che, da sempre, accompagna la rassegna ideata, organizzata e co-prodotta da Big Sur, Officina-Visioni e Cinema del reale, con il sostegno di Comune di Corigliano d’Otranto e Castello Volante, prodotta da Apulia Film Commission e co-diretta da Paolo Pisanelli e Francesco Maggiore.

Se cambia il format, che ovviamente si adegua alle restrizioni anti-Covid, spalmando le attività nell’arco dell’intera giornata, fino a notte fonda, non cambia l’atmosfera che avvolge il maniero coriglianese, colorato dagli allestimenti di Maurizio Buttazzo, per un evento che conferma la sua anima fatta di “sconfinamenti” e sperimentazioni. E, da martedì 28 a venerdì 31, il cuore del festival è lì, sullo schermo allestito nel fossato, una sala cinematografica carica di suggestioni, in grado di accogliere 200 persone e assicurare il distanziamento e tutte le norme previste dal protocollo di sicurezza.

Le proiezioni, ogni sera alle 21, di corti e lungometraggi sono state selezionate dal direttore Paolo Pisanelli sulla scorta delle tre parole chiave di questa edizione: “Caos/Misteri/Seduzioni”. Si inizia martedì 28, con la visione dei pluripremiati film “Honeyland”, di Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov, e “Faith” di Valentina Pedicini. La serata si conclude con la visione di “Quarantine Scenario”, film nato sulla scorta dell’album realizzato durante la quarantena da Alioscia, leader dei Casino Royale, protagonista anche di una performance finale.

Tra gli altri ospiti di quest’anno Piero Li Donni, con “La nostra strada”, Danilo Monte con “Nel mondo”, Marco Antonio Pani con “Padenti/Foresta”. Tra i film stranieri “Pj Harvey-A dog called Money” di Seamus Murphy e “Fabulous” di Audry Jean Baptiste, frutto della collaborazione con Salento Rainbow Film Fest. Proiezioni a parte, è confermato il ricco programma di masterclass, mostre, mercatini, presentazione di libri, esperienze del gusto, visite guidate e altre narrazioni, e ancora i percorsi “Fuoricastello” e la “Green Zone”, all’ombra della grande quercia vallonea.

E una particolare chiusura, venerdì 31, con Festa per Cecilia, per celebrare i 93 anni di Cecilia Mangini, pioniera del documentario in Italia che negli anni è diventata colonna portante del festival.

Per l’accesso al Castello, e le proiezioni, è consigliata la prenotazione mentre, per chi non può esserci, il festival garantisce un’edizione online parallela sul sito.
Tutte le info sul programma e sulle modalità di prenotazione www.cinemadelreale.it. Tel.: 388/3620751.