Un’alba alla Palascìa, in compagnia di Erri De Luca

Si aspetta in compagnia di uno dei maggiori scrittori italiani, la domenica di Pasqua, grazie all'iniziativa a cura di Apulia Stories.

È la prima alba d’Italia, quella che spunta dall’orizzonte otrantino e che, come da tradizione, si aspetta con il fiato sospeso il primo giorno del nuovo anno. Si attende, davanti a un panorama mozzafiato, e in compagnia di uno dei maggiori scrittori italiani, anche l’alba della Domenica di Pasqua grazie all’iniziativa a cura di Apulia Stories, che invita al dialogo Erri De Luca.

Insieme all’autore, per una chiacchierata davanti al sole che sorge e per fare il punto su un’anno di esistenza pandemica, ci sono anche l’infettivologa Maria Capobianchi, la prima scienziata a isolare il Covid-19 in Italia, Oscar di Montigny, scrittore, divulgatore e speaker internazionale.

“L’occupazione straniera sta ai nostri giorni come l’epidemia che restringe gli spazi, limita la celebrazione delle feste”, ha scritto De Luca nell’ultimo post sul suo blog sulla Domenica di Pasqua. “Contro di essa non vale l’insurrezione, ma il ricorso all’isolamento dell’invasore, sottraendogli spazio di manovra. La cacciata dei mercanti dal tempio corrisponde alla sospensione degli esercizi commerciali, perché il tempio è diventato il corpo sociale da difendere. È Pasqua in cui ridire: ”Quest’anno servi, l’anno prossimo figli di libertà“.

Moderano Elisa Mele e Jessica Niglio.

Appuntamento alle 6.15 di domani mattina sulla pagina facebook di Apulia Stories.