Un bosco di storie, con quiSalento

I boschi sono luoghi speciali, palpitanti di vita, profumi, suoni e incantevoli silenzi. Salvifico rifugio di animali schivi, accogliente e misteriosa dimora di micromondi immaginifici. A loro, e ai funghi, che del sottobosco racchiudono l’aroma, è dedicata la copertina del numero di novembre di quiSalento. Ma i sentori d’autunno, nel Salento, si ritrovano soprattutto nella festa di San Martino, rituale collettivo, che torna a riaffacciarsi nelle piazze, quasi a cogliere i barlumi di un ritorno di quella normalità che si percepisce anche nei tanti teatri che aprono e riaprono con il loro carico di storie.

E proprio dal teatro iniziano gli Eventi, con i quarant’anni di Astragàli e il Premio Primiceri, con il via della stagione della Camerata Musicale Salentina, e poi con le note del Children Jazz Festival e con le utopie della Rete delle città fertili. Ci si trova tutti insieme per il San Martino in piazza a Monteroni, si ammira la giostra di Totentanz e si alza il sipario sulla riapertura del Cavallino Bianco a Galatina e sul ritorno a Koreja di Eugenio Barba con Odin Teatret.

Si visitano i Luoghi Speciali come il Bosco di Tramazzone di Cerano, la sede dell’Associazione Combattenti e Reduci di Manduria, la Cripta di San Marco di Ruffano e la Lavanderia Jefferson di Lecce.
Si abbracciano Cinema e visioni con la nuova edizione del Festival del Cinema Europeo, e poi le Musiche con l’ultimo disco di Populous e il Mediterraneo di Antonio Alemanno Ensemble, e ancora Da leggere con il nuovo romanzo di Andrea Donaera e la storia di Ramondo lo scudiero.

Tanti i Corsi, dalla danza al teatro, dalle degustazioni alla scrittura, e tante anche le Mostre, dalla Stupenda generazione di Verri alla Biennale del Salento di arte contemporanea, dalla fotografica sui Joy Division alla Antologica di Giancarlo Moscara e a quella “immersiva” di Castello di Gallipoli. Un mare di storie.

Si riaffacciano sempre più decisi Riti e feste, con le celebrazioni per San Teodoro, San Pantaleone e Sant’Andrea. Ci si lecca i baffi con i Porcini, nella rubrica Da gustare, e con il salone del gusto di Salexpo, mentre si scopre il Birrificio Grut e ci si incammina lungo le strade dell’enoturismo.
Chiusura, come al solito, affidata alle escursioni Da scoprire, tra Sere in provincia, avventure nel Castello Carlo V, esplorazioni del borgo di Melpignano e domeniche “geniali” con Leonardo Da Vinci.