Un autunno al profumo di rosa, tra cultura e biodiversità

L’Unione dei Comuni Andrano, Spongano, Diso inaugura la rassegna autunnale “Noi abitiamo in una rosa rossa” che celebra i suoi 20 anni

Tanti petali ha una rosa, ognuno contribuisce alla sua bellezza. Prende in prestito il verso di una poesia di Bodini “Noi abitiamo in una rosa rossa” la rassegna autunnale che celebra i vent’anni della costituzione dell’Unione dei Comuni Andrano, Spongano, Diso che valorizza il patrimonio materiale e immateriale di tutto il territorio e chi lo abita.

Letture, camminate di scoperta, convegni, teatro, laboratori artistici ed ecologici senza perdere di vista le persone e l’impegno civile, tra il racconto di San Martino con i nonni nella scuola di Andrano, la staffetta contro la violenza sulle donne e un avviso pubblico per individuare il garante delle persone con disabilità.

Sentiero Terebinti – Andrano

In calendario oltre venti eventi fino al 4 dicembre, raggruppati in tre filoni: “Sono certo farfalle”, il sabato dei bambini; “Intorno a un filo d’erba”, le domeniche della scoperta del territorio per grandi e piccini; “Le foglie e la pioggia”, i laboratori e gli eventi per giovani e adulti.

Si inaugura sabato 23, alle 17.30, alla biblioteca comunale di Diso “con La bottega dei racconti: storie d’autunno”, letture animate e laboratori creativi per bambini dai 4 ai 10 anni, a cura di Annarita Pantaleo (info e prenotazioni: 320/6935550). Domenica 24 invece è la giornata dedicata alla biodiversità, durante la quale sono previste cinque passeggiate tra boschetti, macchia mediterranea e giardini storici. Per ciascuna tappa si liberano animali selvatici (ricci, tassi, volpi, rapaci) soccorsi e curati nell’Ospedale degli animali del Centro di Recupero Fauna Selvatica (CRAS Salento) di Calimera. 

La prima passeggiata è al Canalone dell’Acquaviva, ci si ritrova alle 8.30 alla Cala Acquaviva di Marittima e si prosegue guidati dagli addetti del Parco regionale Costa Otranto-Leuca-Bosco di Tricase. Con Casa delle Agricolture, si fa tappa al boschetto il sentiero Sant’Elia: appuntamento alle 10  all’ingresso del boschetto in via Giovanni XXIII. Alle 11.15 si va alla scoperta del sentiero La Chianca o dei Terebinti ad Andrano, ci si raduna all’inizio del sentiero lungo la strada Andrano-Marina di Andrano.

Sentiero Sant’Elia – Castiglione d’Otranto

Nel pomeriggio si parte alle 15 per la zona Le More a Spongano (punto di ritrovo: strada Vicinale Serre), con l’Associazione Amici delle More. Ultima tappa alle 16.30 in piazza Carlo Alberto per far visita a un giardino del centro storico di Diso, tra gli alberi di un antico frutteto e le peculiari arnie in pietra. piazza Carlo Alberto). Si può scegliere di partecipare a tutte o solo ad alcune delle visite, ognuna della durata di un’ora. Prenotazione obbligatoria al 348/5649772.

La biodiversità è solo uno dei tesori della comunità che abita quei luoghi e se ne prende cura: “È un modo ulteriore per dare valore alle nostre comunità, al territorio e ai suoi abitanti”, spiega il presidente dell’Unione, Luigi Rizzello, “La rassegna vuole essere uno strumento per valorizzare il patrimonio culturale materiale e immateriale che abbiamo, per implementare la tutela dei beni agroambientali e del paesaggio, per iniziare a ricostruire l’identità comune e rafforzare il senso di una comunità diffusa su tre comuni, composti da cinque paesi e sette località: Andrano, Spongano, Diso, Castiglione, Marittima, Acquaviva e Marina di Andrano. Una rosa in cui ogni petalo ha il suo valore e può essere abitato tutto l’anno”.

Info e programma completo sul sito dell‘Unione dei Comuni.