Storie tra le onde. Porto Cesareo si racconta

Un paese è costruito sulle storie degli uomini che lo vivono, dalle generazioni che si susseguono, dalle memorie che vi emergono. Porto Cesareo, in questo caso, essendo luogo di mare, è forgiato anche nella salsedine e nella pesca, negli sguardi che si perdono all’orizzonte e in tutti quei ricordi che si accavallano tra le onde.

Con “I racconti del mare” si prova a fissare tutto ciò in un archivio video, presentato domenica 6 settembre alle 19.30 in piazza Nazario Sauro. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano e dell’assessore alla Cultura Paola Cazzella, a presentare la serata c’è Monica Albano, amministratore della società Libermedia, e Chiara Idrusa Scrimieri di Atèteca, realizzatori del lavoro.

Si tratta di un lavoro impegnativo che esalta l’identità più profonda di un territorio di tradizioni e sacrifici. E’ infatti stato svolto, nell’ultimo periodo, un progetto di animazione del territorio e della comunità, di coinvolgimento e rete, al fine di far emergere la percezione odierna di una comunità che fa fatica a lavorare di pesca, come è avvenuto per generazioni, tra miriadi di nuove normative lontane da una realtà a dimensione familiare.

“I racconti del mare” fa parte del progetto “COMMUNITY LIBRARY” finanziato dalla Regione Puglia, e l’archivio video è composto di 37 documenti video disponibili a tutti su www.biblioportocesareo.it