Salentini a raccolta contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti

Un fine settimana all'insegna della pulizia dell'ambiente, dal mare all'entroterra, nei comuni salentini.

plogging

Sul mare, nell’entroterra, nelle piazzette, nei giardini comunali, anche e sempre più sul ciglio delle strade. I rifiuti sono ovunque, in un Salento che sembra annegare nella plastica, nella spazzatura, un fenomeno cronico, quello dell’abbandono dei rifiuti nell’ambiente, peggiorato di recente dato l’aumento nell’utilizzo dei dispositivi di protezione usa e getta.

E allora, la società civile si rimbocca le maniche e, guanti e sacchetti alla mano, si dà da fare per ripulire una terra che tutti amano ma ancora pochi rispettano e tutelano. Sono tante, tantissime, le iniziative di pulizia e raccolta dei rifiuti abbandonati e sempre di più le associazioni di cittadini che, in autonomia o di concerto con le istituzioni, si mettono d’impegno per campagne e paesi più puliti.

Si ricomincia da domani, e proprio dal mare, con Quartieri Puliti, iniziativa del Comune di Lecce in collaborazione con gli operatori ecologici e i volontari, per la raccolta dei rifiuti abbandonati nella marina di Torre Chianca (appuntamento alle ore 8 al Bar Simone, in via Zefiro).

I volontari di Clean Up Tricase
I volontari di Clean Up Tricase

Ripulire l’ambiente diventa un gioco insieme all’associazione Plogging Salento, operativa soprattutto nei paesi della Grecìa Salentina che domani, dalle 17 in piazza assunta a Martano, coinvolge i più piccoli nella seconda tranche del Cicca-challenge, una sfida a chi raccoglie più mozziconi di sigaretta. Al termine della gara, si parte per la consueta pulizia delle strade martanesi.

Per questo fine settimana, è prevista anche la domenica di pulizia presso la Marina di Mancaversa. L’appuntamento è alle 6.30 presso il bar Il Corsaro sul lungomare ionico della marina di Taviano, con guanti e sacchetti per liberare la costa dalla spazzatura. Poco più giù, in quel di Ugento, opera l’associazione Amanti della Natura Punta del Macolone Parco Naturale di Ugento, che organizza domeniche ecologiche e passeggiate per ripulire, tra Torre Mozza e Lido Marini (il prossimo appuntamento è domenica 12).

Passeggiate ecologiche individuali e una tirata d’orecchi generale è l’obiettivo di L’ha minata – spazzatura a Galatone che monitora il territorio galatonese, delle campagne e delle coste vicine, mentre sono attivissimi anche in gruppetti di due o tre persone i Cuori Verdi di Torre Suda, che hanno anche “adottato” un’aiuola in suolo racalino.

Appartiene alla rete nazionale Clean Up, l’associazione Clean Up Tricase impegnata a ripulire dall’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni sorta e dimensione il bellissimo Capo di Leuca dove, non di rado, purtroppo, a rovinare lo straordinario panorama sul mare concorrono discariche abusive e residui delle riaperture delle vicine case a mare.

Un attivismo che, se da solo non è sicuramente sufficiente, è forse la scintilla necessaria per sensibilizzare quanti più cittadini all’esigenza irrimandabile di prendersi cura dell’ambiente e di lasciarlo pulito e sano alle generazioni future.

Se conoscete o fate parte di associazioni impegnate nella pulizia e nella raccolta di rifiuti sul territorio salentino, scriveteci e ne daremo notizia.