Più lungo e più saporito il Mercatino del Gusto 2020

Un'immagine della conferenza stampa di presentazione
Un'immagine della conferenza stampa di presentazione

Qualità e grandi numeri possono convivere, è la scommessa del Mercatino del Gusto, la manifestazione culturale ed enogastronomica pugliese, che per la ventunesima edizione torna a Maglie dall’1 all’8 agosto, prolungando di tre giorni la programmazione rispetto agli anni precedenti.

Annunciate alla Bit di Milano le novità dagli ideatori, Michele Bruno, Giacomo Mojoli e Salvatore Santese, il tema dell’edizione 2020 della grande kermesse enogastronomica è “Top & pop life”, quasi a sottolineare come un prodotto, un’iniziativa, una performance di alto livello, non debbano necessariamente essere destinati alla nicchia, ma possano raggiungere un pubblico ampio.

Il centro storico di Maglie si prepara così ad accogliere appassionati, turisti e curiosi che invaderanno, come consuetudine, le strade, le piazze e gli angoli della cittadina salentina, per incontrare gli artigiani del gusto e i cuochi di Puglia, per partecipare a cene, laboratori e show cooking didattici, coniugati con momenti musicali, spettacoli di danza, angoli di lettura e percorsi di conoscenza per le nuove generazioni.

“Il Mercatino è l’evento che ha anticipato 20 anni fa, nel Sud Italia, tutto quello che ruota intorno al mondo del cibo”, dichiarano gli ideatori Bruno, Mojoli e Santese Pioniere, “sui temi della qualità, del rispetto del territorio, dell’attenzione all’ambiente, dell’importanza della tradizione in agricoltura e a tavola. Costruendo intorno alla parola ‘gusto’ l’identità di una comunità, il profumo di un incontro tra cibo e persone, un percorso di bontà e bellezza”.