Palcoscenico a distanza. La scena è online per la chiusura dell’anno scolastico

Luig D'Elia in "Zanna Bianca"

Come la didattica, anche il teatro è “a distanza”. Perché, di fatto, ormai il teatro rientra nel piano didattico di tante scuole. E se in tanti studenti hanno dovuto rinunciare ad appuntamenti già calendarizzati e a stagioni in corso, molti altri ne potranno usufruire, anche se solo “virtualmente”. Questo grazie progetto di educazione teatrale, “La scena dei ragazzi online”, ideato e realizzato dal Teatro Pubblico Pugliese, pensato per fornire un supporto alle scuole nell’ottica di arricchire e ampliare i contenuti della didattica a distanza.

Così, chiusi palcoscenici e platee di tanti teatri, solitamente nel clou della loro stagione di matinée per le scuole e spettacoli pomeridiani dedicati ai più piccoli, approda sul web “La scena dei ragazzi online”. Cambia e si evolve quindi, offrendo ai ragazzi di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado la possibilità di conoscere il teatro da punti di vista diversi e inusuali, con un approccio nuovo, interattivo e piacevole.

Dal 12 maggio al 12 giugno, l’anno scolastico si chiude con un mese di teatro online dedicato ai più piccoli, per accompagnarli alla scoperta del dietro le quinte, dei processi creativi che si celano nella costruzione e realizzazione di uno spettacolo teatrale e i momenti più intensi e significativi degli spettacoli realizzati dalle dodici compagnie teatrali pugliesi che, a luglio scorso, hanno partecipato alla prestigiosa vetrina internazionale “Puglia Showcase Kids”, un progetto della Regione Puglia, ideato e realizzato dal Teatro Pubblico Pugliese.

Le produzioni teatrali in programma sono realizzate da: Inti, QuaLiBò – Visioni di (p)Arte, Tra il Dire e il Fare/La luna nel letto, Bottega degli apocrifi, Compagnia del Sole/Piccolo Teatro di Milano/Teatro Gioco Vita, Crest, Factory Compagnia Transadriatica/Fondazione Sipario Toscana/Tirv Danza, Granteatrino, Kuziba, Sosta Palmizi, Teatri di Bari, Teatro Koreja.

Alcune produzioni ripropongono il tema degli spettacoli originari, altre hanno adattato il lavoro al tempo dell’emergenza sanitaria. Collegandosi al canale YouTube del Teatro Pubblico Pugliese, gli studenti pugliesi potranno vivere, seppure in maniera diversa, l’esperienza teatrale che è stata cancellata dal loro piano didattico. Tutti i video possono essere visionati senza vincoli di orario e senza la necessità di password o registrazioni, per semplificare al massimo la fruizione e la discussione nell’ambito dei gruppi classe e per consentire l’accesso anche alle famiglie e ai parenti degli alunni, con l’obiettivo di favorire un confronto intergenerazionale.