Narrazioni di luglio, con quiSalento

Le premesse per un’estate diversa dalla precedente, ci sono tutte. Pronti, dunque, a tuffarsi nel mare di una nuova normalità, con il primo numero di luglio di quiSalento. In una stagione da costruire con cura, attenzione e voglia di leggerezza, e con un terra che si immerge nel cuore dell’estate andando per palchi e piazze, cortili e chiostri, a raccontare quelle storie per troppo tempo riamaste sopite. Tra le tante musiche da ascoltare, in distribuzione con quiSalento, c’è poi “A te sarò per sempre”, album d’esordio di Miro, uno dei cantautori tra i più raffinati del territorio.

Per gli Eventi, a Melpignano si riparte con il Climate Space Festival, nella natura di Portoselvaggio approdano i circensi del Circonauta, i libri sono protagonisti a Lecce, per Extraconvitto, mentre nella puntuale estate di Caprarica di Lecce si inaugura la prima edizione del Jeans Music Festival. Il Salento Book Festival si muove di piazza in piazza, La settimana del mare abbraccia, in mille modi, colori e sapori Gallipoli, i Teatinin Musica fanno risuonare Lecce, Io non l’ho interrotta torna al Castello di Corigliano d’Otranto e Daimon si apre tra arte, musica e cultura. Cristiano Godano inaugura i concerti del SEIArmonia accoglie i finalisti del Premio Strega e Nardò Giardini del vintage.

Nei Luoghi speciali si viaggia tra il Castello Alfonsino e il Forte a mare di Brindisi, il Museo del Negroamaro di Guagnano, la Grotta di San Giovanni di Giuggianello, la Torre del Serpe di Otranto, la spiaggia di Punta Pizzo a Gallipoli e la piscina della Zinzulusa a Castro.
Davide Barletti racconta la Fluid produzioni in Cinema e visioni, mentre il chiostro dei Teatini accoglie le pellicole del DB D’Essai.
Le Musiche si aprono con il ricordo di Daniele Durante, seguito dal nuovo disco del Canzoniere Grecanico Salentino e dall’ultimo album di Filippo Bubbico.

Invasione di campo è il nuovo libro di Pierpaolo Lala e Rocco Luigi Nichil che, insieme al romanzo Il tempo di un lento di Giuliano Sangiorgi, viene recensito nella rubrica Da leggere. Tra le Mostre si segnala Il teatro del tempo di Domingo Milella, con gli scatti dalla Grotta dei Cervi, e poi Modigliani Experience a Mesagne, Flor de papel di Goia Mujalli, le interpretazioni di Franco Battiato ed Elegy for the Arctic di Ludovico Einaudi.

Timidi, si riaffacciano Riti e feste, con le luci di Santa Domenica a Scorrano e San Vito Martire e San Vincenzo Ferreri a San Vito dei Normanni. Naturale, locale, solidale è il patto di filiera che apre la sezione Da gustare, prima di addentrarsi tra le Wine experience di Feudi di Guagnano, nello sviluppo delle eccellenze di Garofano vigneti e cantine e nel viaggio brassicolo nel Birrificio agricolo del Capo.

Si chiude con tantissimi itinerari Da scoprire, dal mondo del kayak (e non solo) di Naturalmente Salento ai viaggi stellari del Parco Astronomico San Lorenzo, dalle camminate lungo le Mura Urbiche alla scoperta di Nardò e dintorni con Fluxus; dai viaggi stando fermi nel Museo Ferroviario di Lecce a quelli reali sul treno del tempo con Rotaie di Puglia, fino alle esperienze “immersive” nell’Acquario del Salento.