Manduria: sulle tracce di San Pietro, verso il fiume Chidro

Domenica 17 a San Pietro in Bevagna prende il via l'itinerario “Dal naufragio alle lacrime di Pietro” che si inserisce nella mappa della Via Petrina

Santuario di San Pietro in Bevagna

Sono molti i luoghi della Puglia che vantano l’approdo di San Pietro sui propri lidi o il passaggio del “principe degli apostoli” sulle proprie terre. In viaggio da Antiochia verso Roma, nel I secolo d.C. E nel nome di Pietro sono state battezzate alcune località del Salento come San Pietro in Lama, San Pietro Vernotico Galatina, il cui nome completo, dal Medioevo sino all’Unità d’Italia, era “San Pietro in Galatina” e San Pietro in Bevagna.

E proprio qui, nella marina di Manduria, sorge il santuario, in realtà una piccola chiesa, in onore del fondatore della Chiesa, dove domenica 17 prende il via “Dal naufragio alle lacrime di Pietro”. Il percorso, a cura della cooperativa Polivisviluppo, si inserisce nella “mappa” della Via Petrina, che raccoglie i luoghi di culto dedicati al santo, collegandoli attraverso degli itinerari sulle tracce dei possibili approdi di San Pietro in Puglia.

La cripta del Santuario di San Pietro in Bevagna

L’appuntamento è alle 10 al piazzale del santuario di San Pietro in Bevagna: dopo la visita guidata nei dintorni dell’edificio sacro, costituito in parte dalla particolare torre costiera dalla forma a “cappello di prete”, ci si incammina per 3 chilometri verso il fiume Chidro sino al punto in cui si abbraccia con il mare. La leggenda narra che il fiume si sia generato dalle lacrime di San Pietro, che si raccoglieva in penitenza a espiare la colpa di aver tradito Gesù. Nelle sue acque vennero celebrati i primi battesimi e dal suo fondale vennero pescate piccole pietre chiamate “lacrime di San Pietro” poi conservate come reliquie. L’itinerario si conclude poco distante da qui, dove giacciono a pochi metri di profondità le “Vasche del Re”, i grandi sarcofagi di marmo, risalenti al III secolo d.C., inabissatisi in questo tratto di Jonio durante il loro viaggio verso Roma.

Si fa dunque ritorno alla chiesa di San Pietro per visitare la cripta al suo interno alla quale si accede da dietro l’altare e che custodisce il prezioso quadro del santo apostolo condotto dalla località marina a Manduria durante la suggestiva “processione degli alberi”. La visita si conclude con una degustazione a base di prodotti tipici locali e un calice di Primitivo offerto da Produttori Vini Manduria. In omaggio, per i partecipanti, la conchiglia del pellegrino.

Prenotazione obbligatoria. Info: 340/7641759.