L’ostinazione per la lettura e il calore dei lettori. Successo per il festival Armonia

Il primo degli appuntamenti di Armonia, con Jonathan Bazzi

Scommessa ambiziosa, scommessa vinta. Non è certamente l’anno migliore per le manifestazioni culturali, tra incertezze e norme di contrasto al Covid-19 da applicare. C’è però chi non si perde d’animo, come l’associazione Narrazioni – Presidio del libro con la Libreria Idrusa di Michela Santoro, che con tenacia, speranza e fiducia, dichiarate già nel claim di quest’anno, “Leggiamo avanti!”, ha appena concluso quattro serate del festival “Armonia”, con i migliori scrittori della scena letteraria contemporanea.

Fiducia ripagata dalla comunità di lettori che ha risposto con entusiasmo e affetto al richiamo dei libri. Sono circa 1500 le presenze registrate per la sesta edizione del festival “Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto”, diretta dallo scrittore Mario Desiati, naturalmente soddisfatto dall’ottimo risultato di un festival “che si è svolto in un anno molto difficile e seguendo tutte le prescrizioni legate all’emergenza”, dice, “nonostante il distanziamento e le procedure i numeri sono stati molto positivi e incoraggianti. Portare il meglio della narrativa italiana contemporanea nel Sud Salento è una scommessa ambiziosa, che abbiamo sempre affrontato con impegno ed entusiasmo. La nostra si conferma, anno dopo anno, una festa dei lettori, dei libri, dello stare insieme intorno ai libri”.

Michela Santoro e Mario Desiati

La rassegna dedicata alla 74esima edizione del Premio Strega, grazie all’accordo con la Fondazione Bellonci, ha ospitato alcuni dei protagonisti del premio letterario più ambito, unica tappa nel Mezzogiorno oltre a quella storica di Benevento. Affiancati da giornalisti, lettori forti e attori, si sono alternati il vincitore Sandro Veronesi, altri tre finalisti Gianrico CarofiglioJonathan Bazzi e Daniele Mencarelli e cinque dei semifinalisti Gian Mario VillaltaRemo RapinoGiuseppe LupoAlessio ForgioneMarta Barone.

E non è ancora finita. Appuntamento venerdì 17 luglio alle 21 a Lucugnano con “Armonia Off” con una serata dedicata al Premio Italo Calvino, concorso letterario per testi inediti di scrittori esordienti. In apertura c’è il vincitore dell’edizione 2019, Gennaro Serio, che dialoga con Valeria Bisanti e Michela Santoro, con letture a cura di Donatello Chiarello, e arriva negli spazi di Palazzo Comi per presentare il suo primo romanzo “Notturno di Gibilterra” (L’Orma). A seguire prima uscita da vincitrice della giovane Maddalena Fingerle che ha conquistato la giuria nel 2020 con “Lingua madre”, un romanzo compatto di grande maturità che riesce nella sfida di tenere insieme leggerezza e profondità, affrontando con piglio holdeniano e stile impeccabile il complesso tema della parola tra pulizia e ipocrisia nel singolare contesto del bilinguismo altoatesino. Con l’autrice dialogano Chiara D’Ippolito (Ufficio Stampa Premio Calvino), Omar Di Monopoli (scrittore e giurato del Premio Calvino 2020) e Mario Desiati (direttore artistico festival Armonia).

Armonia è organizzato dall’Associazione Narrazioni – Presidio del Libro e dalla Libreria Idrusa di Alessano, in collaborazione con Regione PugliaComune di Alessano, Polo Biblio-museale e Museo Castromediano di Lecce e altri partner pubblici e privati.