L’estate “verde” di quiSalento

È tornata la musica, è tornato il teatro. Gli schermi si accendono un po’ ovunque. I libri e i loro autori fanno capolino in ogni dove, davanti a platee spesso piene. Perfino i bagliori delle luminarie tornano “timidamente” a colorare i paesi. Sembra di essere tornati a due anni fa, per la quantità di Eventi che costellano l’estate salentina. Decisamente “verde”, quella in copertina. Come la speranza, che sia quella di un ritorno alla normalità, ma anche quella di veder “rinverdire” una terra mai così funestata da incendi e abbandono. Ma per questo occorre la determinazione, di tutti, occorre pretendere “un altro verde possibile”, vivo, vitale e rigoglioso.

Nel nuovo numero:
Dalle narrazioni di Armonia alle arti in festa di Crita, dalla musica del SEI al Tito Schipa Music Festival, dalla scuola di tradizioni di Liquilab fino al teatro di Bagliori d’ombra. E poi gli appuntamenti dell’Estate di Galatone, il Jeans Music Festival, le Note di luna piena, la Notte dei Messapi, le Classiche Forme, gli eventi al Museo del Negroamaro, gli spettacoli al castello di Tutino, i Teatri della Cupa, la nuova edizione del Locomotive Jazz Festival.

Tra i Luoghi Speciali si è visitato Albergabici, bed&bike di Montalbano di Fasano, l’antico villaggio di Roca Nuova, il parco archeologico di Muro Tenente, l’Isola dei Conigli di fronte a Porto Cesareo e la selvaggia spiaggia delle Cesine.
Il Castello di Corigliano riabbraccia La Festa di cinema del reale, nella rubrica Cinema e visioni, mentre lo schermo si accende anche nelle bucoliche Fattizze. Il nuovo disco della Municipàl apre le Musiche, con l’elettro dance world dei Mascarimirì e “A te sarò per sempre”, album d’esordio di Miro, in distribuzione con quiSalento.

Vita e lettere di Giò Stajano riempiono Da leggere, insieme agli scatti della nuova vita di Palazzo BN. Tra le Mostre da non perdere la donazione di Maurizio Aiuto al Museo Castromediano di Lecce, le Esplorazioni dell’abitare di Castrignano de’ Greci, e gli Archivi storici di Corigliano d’Otranto.
Riti e feste non sono più un tabù, con Santa Marina e Sant’Elia a Ruggiano, le tavole estive per San Giuseppe a Palmariggi e la cuccagna a mare di Santa Cristina.

Terraviva è… quasi moribonda, a causa del disastro ambientale legato all’emergenza incendi. In Da gustare ci si lecca i baffi tra le perle di bontà dei capperi, della frutta di stagione e di tante ricette “aromatiche”.

Si chiude con i numerosissimi appuntamenti di Da scoprire, dai treni di Rotaie di Puglia alle visite in villa di Fluxus, dalle esplorazioni stellari degli osservatori di Salve e Casarano agli antichi pellegrinaggi del Cammino Celeste, fino al kayak e alle “notturne” di Naturalmente Salento.