L’estate settembrina, con quiSalento

I bilanci, personali e collettivi, dell’estate, sono inevitabili con il mese di settembre. In attesa di conoscere i “numeri”, importanti sì, ma fino ad un certo punto in una stagione diversa dalle altre, non può mancare però la piacevolezza, tipica settembrina, dei “volumi abbassati”, dei ritmi più lenti e del mutamento di un modo di vivere il territorio. Certo, ci sarà ancora modo di scrutare e assaporare il mare, di visitare luoghi e ascoltare storie, ed è ancora tempo di eventi, circostanziati e sicuri, di musica, teatro, libri.

Tra quelli in programma, c’è il Festival Giornalisti del Mediterraneo che approda, puntuale, a Otranto, quindi il week-end di grande jazz a Francavilla e la Notte dei poeti di Astràgali a Parco Rudiae, continua all’insegna di Rodari la rassegna di teatro Daimon20 e anche la lunga estate “comunitaria” di Leverano. E ancora, le due serate di Spiazzamenti cinematografici e teatrali nel mercato del quartiere di Santa Rosa, a Lecce; la musica dal vivo del Sud Est Indipendente, le antiche storie delle Pupe di pane, i concerti sinfonici Al chiaro di Luna. È il Prometheus di Eschilo il nuovo lavoro targato Poieofolà, che porta a Lecce la sua rassegna “Il Tempio delle fole”, mentre fa la sua comparsa nel parco Paduli, l’incredibile “macchina della morte” Totentanz.

Il tempo consente ancora tuffarsi dalle spiagge di Torre San Giovanni o dalla baia delle Dune a Porto Cesareo, due posti di mare raccontati nello Speciale Luoghi, insieme ai faraglioni di Torre Sant’Andrea, ai vecchi treni del Museo Ferroviario di Lecce e alla chiesa di Santa Maria del Casale di Brindisi.

Cinema e visioni parlano francese con la nuova edizione “resiliente” di Vive le Cinéma, mentre a Calimera continuano gli appuntamenti nell’arena del cinema Elio e l’Apulia Film Commission viaggia di piazza in piazza con i Trullalleri a bordo del Magic Cine Bus. Tra le Musiche settembrine, ci sono quelle cubane ed elettroniche di Marco Erroi, quelle senza confine dell’armonica di Marco Tuma e, di padre in figlia, il reggae salentino della piccola Emilia.

Il racconto della triste vicenda di Sarah, a 10 anni dall’omicidio, apre la rubrica Da leggere, insieme agli scatti fotografici che narrano il borgo di Frigole. L’anno nuovo per UniSalento, apre la rubrica Campus, che presenta anche la nuova offerta dell’ITES Olivetti, che apre la scuola anche di sera. Tra le tante Mostre, quella della militanza artistica di De Filippi, la personale di Daniele Papuli (Scultografie) o Km 0, di Massimo Ruiu.

Riti e feste sono sempre in intimità, e si celebra e festeggia l’accoglienza di San Teodoro e San Lorenzo a Brindisi e i “voli” di San Giuseppe a Copertino. La patata zuccherina viene declamata da Massimo Vaglio, nella saporita sezione Da gustare. Ricca di sorprese nutrizionali, è la rucola al centro del consueto focus del nutrizionista. Tra sorsi e sapori, sono da gustare i due eventi: l’atteso congresso gastronomico FoodExp-food life experience, rinviato a marzo a causa del Covid e le ultime tappe, di terra e di mare di Tra le torri del Primitivo.

Io sto con la ciccala è il nuovo racconto delle Storie di qui, con le parole di Donato Chiarello e le illustrazioni di Francesco Cuna, mentre, per Terraviva, protagonista è la giovanissima Apulia farm di Manduria. Si chiude con le escursioni di Da scoprire, dalle proposte di Archès alla realtà aumentata di Visionary, dalle botteghe artigiane all’antica città di Rudiae fino agli isolotti da esplorare. Torna lo Sport, con la nuova stagione calcistica del Lecce, i talenti europei del volley e altro ancora.

 

quiSalento è diffuso al prezzo di 3,50 euro in tutte le edicole di Lecce e provincia, di Brindisi e provincia, di parte della provincia Taranto.

https://www.quisalento.it/
https://www.facebook.com/quisalento.it/
https://www.instagram.com/quisalento/