Il novembre (non) sospeso di quiSalento

Che quest’autunno non sarebbe stato un autunno come gli altri, in fondo, un po’ lo si immaginava. Certo, forse non fino a questo punto. Ma, nonostante spettacoli, musica e concerti siano di nuovo sospesi, dopo le riaperture estive, quiSalento decide di essere in edicola e di non fermarsi, muovendosi di pari passo accanto lettori e a un territorio che si inventa, giorno dopo giorno, pur nelle oggettive difficoltà del periodo.
Una versione “ridotta”, quella di novembre (come numero di pagine e prezzo), che ha però il preciso obiettivo di continuare a raccontare una terra che non smette di sorprendere con i suoi luoghi da scoprire o da osservare, con le esperienze da vivere e i sapori da gustare. Magari con un pensiero rivolto a San Martino, da sempre appuntamento tanto atteso dell’autunno salentino, che quest’anno perde il suo ingrediente principale: la convivialità.
Novembre è però anche il mese della semina del grano nuovo e le speranze, quindi, non possono e non devono mancare.

Ovviamente “segnata” dal Dpcm, che ha bloccato tutti gli appuntamenti culturali in presenza, la sezione degli Eventi è dominata da LegalItria, il festival della legalità, organizzato tra Valle d’Itria e Salento dalla cooperativa Radici Future, che si fa trovare pronto e sposta online, su varie piattaforme, la settimana di incontri nelle scuole con personaggi di spicco, a vario titolo testimoni di legalità. Delle stagioni teatrali che, a fatica, ripartivano, salvo eventuali altre restrizioni si confermano pronte per il dopo Dpcm, quelle di Nardò, con uno spettacolo dedicato a Rosa Luxemburg, quindi “Brindisi in scena” al Nuovo Teatro Verdi, Novoli, con la prima del nuovo spettacolo “Il fantasma di Canterville” e la rassegna Finibus Terrae a Uggiano la Chiesa.

Prosegue lo “Speciale luoghi”, con la narrazione, tra gli altri, del Monumento al marinaio di Brindisi, dell’imponente Castello di Copertino, del Cimitero Monumentale di Lecce, del fiabesco Bosco Monticolomi a Ugento.
Si sposta online, per la chiusura delle sale cinematografiche, la nuova edizione del Festival del Cinema Europeo, che apre la rubrica Cinema e visioni. Il nuovo eclettico disco di Carolina Bubbico apre invece la rubrica Musiche, insieme alle canzoni d’autore di Lefrasiincompiutedielena. Strisce e nuvole sulla storia di Lecce, con Leo e Martina a spasso nel tempo, aprono all’insegna del fumetto la sezione Da leggere.

Importante e sempre atteso, si terrà lo stesso, con modalità in definizione, l’appuntamento di UniSalento con La notte europea dei ricercatori, nella rubrica Campus. Tanti, infine, i Corsi, almeno quelli compatibili con le attività permesse dal Dpcm. Confermate le mostre, con Francesco Spada tra design e sostenibilità a San Francesco della Scarpa, con la militanza artistica di De Filippi tra le strade e il museo Castromediano di Lecce, con il nuovo progetto artistico di Giuseppe Palmisano con Ogni cosa è abbandonata e la collettiva nelle stanze di Random, a Lastation.

Massimo Vaglio racconta Lu cunsulu, in Da gustare, mentre si conferma il salone del gusto di Salexpo targato Caroli Hotels e Mimmo Cataldi si immerge nella “cattedrale del vino” di Masseria L’Astore. La storia di Vituccio “Paracazzi” è raccontata e illustrata da Ezio Sanapo, nella rubrica Le storie di qui, e Giorgio Ruggeri narra di resistenza agreste con il progetto Frutterò, per Terraviva. Si chiude con le escursioni Da scoprire, tra il Coast to coast di Avanguardie e i cammini di restanza della Scatola di latta, le proposte per grandi e bambini di Fluxus e le prime camminate per la Lecce sotterranea di InfoTab Tours.

quiSalento è diffuso al prezzo di 3 euro in tutte le edicole di Lecce e provincia, di Brindisi e provincia, di parte della provincia Taranto.

quisalento.it
facebook.com/quisalento.it
instagram.com/quisalento