Il Natale diverso, magari speciale, di quiSalento

“In giallo, dopo l’arancione e con lo scampato pericolo del rosso. Le sfumature che annunciano il Natale, quest’anno sono legate all’emergenza sanitaria. Ed è difficile tenere distinti i due momenti. Era un Natale coloratissimo quello salentino. Pullulava di presepi viventi e artistici di ogni tipo e in ogni paese, di mercatini, sapori e luci; un periodo di feste e di festa diffusa”. Tornerà a essere così, intanto… è un “Natale diverso, magari un po’ speciale” quello che quiSalentoda oggi in edicola, celebra alla sua maniera, rallentando i ritmi alla scoperta dei luoghi più simbolici e degli artigiani, soffermandosi sui temi di solidarietà, rinascita e innovazione.

Un Natale raccontato in un numero “particolare”, che è anche l’ormai “consueto” modo di resistere all’emergenza sanitaria per il periodico salentino, puntuale in edicola con la passione di sempre e la voglia di raccontare un territorio nella sua autenticità, e una festa di “purciddhuzzi e bollicine”, di auguri veri e di un po’ di pensieri. Per quest’anno che se ne va e per quello che è alle porte.

In omaggio, all’interno del giornale, la Carmen di Bizet, terzo fumetto della serie Bande a Disegni (dopo il “Boléro” di Ravel e “La gazza ladra” di Rossini), un progetto editoriale dedicato alle bande musicali e alla cultura popolare del Salento, nato dall’incontro tra il festival Bande a Sud e due artisti calimeresi, Alberto Giammaruco e Igor Legari, in collaborazione con quiSalento.

Tra gli argomenti, un Luoghi Speciali, un’immersione in alcune Botteghe artigiane, con le piante da indossare di Autoctonja, i disegni di luce dei Fratelli Parisi, le tessere geometriche di Mosaico Artigiano, la preziosa manualità di Mimon.

Quindi Cinema e visioni, con sguardi su campagne e periferie, e tante Musiche.

In particolare con il grande omaggio salentino a Claudio Lolli con il dvd in tiratura limitata dell’associazione Civilia, e il soul di Sofia Brunetta.

Ricchissima è la rubrica Da leggere, con L’anno del presepe di Raffaele Gorgoni, Puglia quante storie 3 e il racconto in rima Nikolaus – La leggenda di Natale.

La rubrica Da gustare non è da meno, con la particolare esperienza di Cima di rapa, i tesori dell’alveare, le ricette per le feste, fra tradizione e innovazione, le bollicine salentine e il baby food targato Pralina.

Le storie di qui ospitano un’accoppiata d’eccezione, Donpasta e Massimo Pasca, con il racconto “L’amore non muore mai”, un estratto dal prossimo lavoro editoriale del noto “gastrofilosofo”, arricchito da una illustrazione in puro “stile Pasca”.

Con Terraviva si fa un salto nel sottobosco, tra le sue memorie, mentre con Da scoprire si chiude il numero, con una passeggiata lungo Le vie del sale, la meraviglia di tre insolite torri costiere e tanti itinerari di trekking, in campagna o vista mare.

A impreziosire il Natale 2020 di quiSalento, le favole e le leggende raccolte nel libro illustrato “Luoghi da favola. Storie, leggende e cunti del Salentoin abbinamento facoltativo con la rivista.