Gli Ucci tornano in scena: il festival di Cutrofiano compie dieci anni

Sud Ethnic e Comune di Cutrofiano organizzano la decima edizione de "Li Ucci Festival", rassegna di musica popolare, in programma sino a sabato 12.

Li Ucci Orkestra - Ph. Gianni Scorrano

Sono dieci le edizioni della fortunata e partecipata manifestazione, nata nel 2011, a un anno dalla scomparsa di Uccio Aloisi, “Uccio” per eccellenza, cantore della tradizione musicale salentina, interprete unico di serenate e stornelli. È un omaggio e, non potrebbe essere altrimenti, al gruppo di musica popolare Gli Ucci, e anche una festa, “Li Ucci Festival“, iniziativa a cura di Sud Ethnic e Comune, in programma a Cutrofiano sino a sabato 12 con una scaletta ricca di ospiti e concerti.

È un intero paese, dalle piazze alle campagne, dai vicoli del centro storico alle masserie nel verde, che partecipa al festival, tra spettatori, organizzatori e musicisti, in quello che è diventato ormai un appuntamento fisso per il mese di settembre.

Si comincia oggi, lunedì 7, con l’inaugurazione delle due mostre L’Arte nel piatto, presso le Scuderie di Palazzo Filomarini e “… di canti e di lavoro“, sul basolato di Piazza Municipio, realizzata dal Comune di Zollino con allestimento a cura dell’associazione Esterno Notte nell’ambito del progetto EcoMostre – Luoghi d’Arte Etica, vincitore del Bando Pin della Regione Puglia. Entrambe le esposizioni sono visitabili sino a giovedì 10 dalle 20 alle 22.

Giovedì 10 iniziano i concerti, in piazza Municipio, con “I d(u)e Santis Rocco e Mino”, dedicato al cantautorato salentino e griko, insieme alle due voci ben note qui nel Salento. Venerdì 11 ci si sposta presso la Masseria l’Astore, per il concerto-evento, quest’anno un doppio spettacolo a cura de Li Ucci Orkestra: si comincia venerdì con “Serentate, lavoro e carrettieri”, mentre sabato 12 si balla con “Stornelli, pizzica e festa”.

I concerti iniziano alle 21. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 377/6954833.