È l’ora del tè, appuntamento al quartiere Stadio di Lecce

Riprendono le residenze creative di degustazione e narrazioni

Un tè in compagnia “per gettare il cuore oltre l’ostacolo dell’emergenza”. “L’Ora del tè. Residenze creative di degustazione e manipolazione di libri, narrazioni e saperi” è il progetto che aveva appena avuto inizio nelle case del quartiere Stadio di Lecce nell’ambito della rassegna “Lecce città che legge”.

L’improvvisa emergenza aveva però sospeso il domenicale appuntamento, durante il quale si trascorreva il tempo insieme, leggendo racconti, ascoltando storie, manipolando giochi e degustando tè, con la guida artistica delle attrici di AMA (Accademia mediterranea dell’attore) Benedetta Pati e Carmen Ines Tarantino.

Domenica 5, alle 16, il progetto riprende, ognuno dalla propria casa e tutti insieme sulla piattaforma online per videoconferenze Zoom, ci si ritrova, si sorseggia tè, si legge e si ascoltano storie, riannodando il filo di partecipazione che, spiega il direttore dell’Accademia AMA Franco Ungaro, “Era stato accolto con entusiasmo dai residenti, registrando sin dal primo incontro, nella casa della signora Rosanna, la partecipazione di circa trenta persone di ogni età, dai 10 agli 85 anni”.

“Condividere la cultura è il vero antidoto alla solitudine a cui questo tempo ci costringe nostro malgrado”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura del Comune di Lecce Fabiana Cicirillo, “e se è vero che ciascuno a casa propria può trovare nei libri la possibilità di vivere le molte vite che in questo momento ci sembrano negate, è anche vero che la tecnologia oggi disponibile ci offre l’occasione di vivere una socialità diversa, online, per continuare a coltivare le relazioni che avevamo, pronti a riabbracciarci non appena l’emergenza sanitaria sarà finalmente alle spalle”.

Oltre ad Ama, il progetto è realizzato dalle associazioni 167 rEvolution, Ricic’Arte, Villeggiatura in panchina e dalla Casa editrice Kurumuny.

Per partecipare occorre prenotarsi via email scrivendo a info@accademiaama.it entro le 13 di domenica 5 aprile.