Drive in nel Salento, prime prove di cinema sotto le stelle

Niente assembramenti e necessario distanziamento sociale. La naturale conseguenza è l’annullamento, o la totale riorgarnizzazione, di moltissimi eventi e con l’estate alle porte e i limiti ancora poco chiari, spettacoli e intrattenimento vacillano.

Il Drive-in potrebbe essere una delle formule per fornire, in sicurezza, qualche ora di svago e al tempo stesso restituire un po’ di ossigeno ai gestori di cinema. Un modello che potrebbe estendersi anche alla fruizione di altre forme di spettacolo.

Un primo approccio sperimentale arriva da Attilio Caputo dei Caroli Hotels che per il 2 giugno ha programmato la prima proiezione nel grande parcheggio dell’hotel Le Sirenè di Gallipoli. Il film sarà quello più votato sulla pagina Facebook dei Caroli Hotels.

“Lo faremo solo per il 2 giugno”, dice l’imprenditore di lungo corso nel turismo, sempre attivo per offrire ai suoi ospiti il massimo delle esperienze sul territorio e in prima linea nell’organizzazione di eventi di ogni tipo, “è la festa della Repubblica ma anche il nostro modo per salutare l’estate che verrà. Per noi non è un’esperienza del tutto nuova, abbiamo una lunga tradizione di ‘cinema sotto le stelle’. Abbiamo proiettato spesso in riva al mare, anche eventi di diverso tipo come le Olimpiadi, i campionati europei di calcio e altro, e i nostri clienti potevano goderne comodamente seduti sulle sdraio in spiaggia”.

Un’iniziativa dal sapore anni Cinquanta che negli Stati Uniti ha già ripreso piede ma, qui, l’“American style” virerebbe verso le più rilassanti atmosfere salentine.

“Il mare regala suggestione. Una suggestione e un’atmosfera della quale forse noi non ci rendiamo conto perché abbiamo la fortuna di averla tutti i giorni davanti agli occhi ma è preziosissima per gli ospiti in vacanza. Quando ho visto che il fenomeno del Drive-in stava tornando in voga in America, ho pensato di fare una prova. La prima persona che ho chiamato è stato il regista Tony Greco. Lui è dinamico come me e molto social. Ne è stato entusiasta e adesso si occuperà del coordinamento, della selezione dei film, della gestione del sito. Ovviamente, alla proiezione del 2 giugno potranno partecipare solo i gallipolini, date le restrizioni che vietano gli spostamenti oltre il proprio comune. Ma non escludo che ve ne saranno altre quando magari le limitazioni degli spostamenti si allenteranno e che possa diventare un format, una sorta di ‘Drive in Salento itinerante’ che si potrebbe organizzare ovunque con l’iniziativa e il supporto delle strutture turistiche”.

Lo schermo si accenderà dunque con 100 posti auto, percorso e modalità di fruizione che praticamente annullano ogni genere di rischioso contatto fisico e ingresso omaggio ai primi 10 che si prenoteranno mandando una mail a drivein@carolihotels.it

L’idea del “cinema sotto le stelle” si sta facendo strada nel Salento sempre di più, anche il Comune di Taviano sta verificando la fattibilità della sua realizzazione nella marina di Mancaversa e, di costa in costa, anche a Santa Maria di Leuca, con estrema cautela, si accarezza la possibilità: “Quando ho saputo dall’amico Attilio quello che stava facendo mi sono subito chiesto se a Leuca sarebbe stato possibile”, dice l’assessore al Turismo e promozione del territorio del Comune di Castrignano del Capo Leonardo Ferilli, “immagino il Drive-in a punta Ristola. Lo schermo avrebbe come sfondo un panorama d’eccezione: il mare e il faro di Leuca”, e ci sarebbe quasi da distogliere lo sguardo dal film davanti a una simile vista.

“Lo spazio c’è ma occorre fare i conti con le risorse del Comune, ovviamente, verificare la fattibilità e i necessari fattori tecnici della cosa. Sarebbe comunque un ottimo segnale di ripresa per Leuca e la difficile stagione che ci aspetta. Gli operatori del settore turistico potrebbero essere coinvolti nella realizzazione. Sono molto cauto e stiamo ancora valutando i margini di fattibilità, ma sarebbe bellissimo”.