Dopo i luoghi d’estate, al via l’autunno in teatro di Kairòs

Si alza il sipario, a Ruffano, sulla dodicesima stagione teatrale organizzata da Kairòs, preziosa realtà culturale del comune del Basso Salento. Una stagione particolare, un autunno “nuovo”, come certamente lo è per chi fa teatro, carico di attese che, al momento, sembrano andare ben oltre le preoccupazioni e le paure legate alla pandemia.

Un puntuale autunno teatrale che inizia, sabato 25 settembre, con “Raccunti”, spettacolo della compagnia Calandra, scritto da Patrizia Miggiano e Antonio Giuri, per la regia di Giuseppe Miggiano. Uno spaccato di ricordi e narrazioni, quello della compagnia tugliese, che in scena racconta le infinite storie e i tanti personaggi custoditi nella memoria, anzi, nelle memorie della comunità.

Rassegna estiva

E tra comunità, memoria e racconto si è chiusa l’estate culturale di Kairòs, che ha condotto attività tutte rivolte a valorizzare il territorio e, in particolare, i centri storici di Ruffano e della frazione di Torrepaduli. Un viaggio a ritroso alla scoperta delle tradizioni, di feste, di personaggi che si sono distinti in campo artistico e letterario, un viaggio che nella narrazione ha ovviamente incontrato spesso le strade della narrazione, coi linguaggi del teatro e della musica.

Si riparte quindi, con la canonica stagione autunnale presso l’accogliente Sala San Francesco, nel cuore del paese, dopo lo stop forzato dello scorso anno e contro tutte le difficoltà gestionali legate all’emergenza e alle restrizioni.

La stagione, intensa, che accoglie tanti straordinari protagonisti del teatro salentino e pugliese, dopo l’atteso ritorno, il prossimo ottobre, della compagnia Belardi Casolari con l’acclamato spettacolo “Amleto Take Away”.

Tra i titoli c’è il premiato spettacolo di Ippolito Chiarello “Mattia e il nonno”, una produzione di Factory compagnia transadriatica che, a Ruffano, porta anche “Il Fantasma di Canterville” di e con Angela De Gaetano, e “Paloma”, di e con Michela Marrazzi.

Poi, ancora, in cartellone “Il Figlio che sarò” e “La bicicletta rossa” di Principio Attivo Teatro e, attesissimo, a dicembre, c’è Mario Perrotta con la sua ultima produzione “Della Madre”, parte della trilogia “In nome del padre, della madre, dei figli”.

Non manca la locale commedia brillante, con “Dove avete messo il morto” del Gruppo Teatrale Supersanese e, ovviamente, c’è sempre l’attesa prova della scena per la Compagnia teatrale ODV Kairòs, protagonista di “Cani e Gatti”.

Info biglietti e abbonamenti: 347/2485922.