Dai margini al centro. Uno sguardo nuovo sui piccoli territori

Da territori marginalizzati a fucine di innovazione sociale, luoghi della sperimentazione politica e della cittadinanza attiva. Sono i piccoli centri, numerosi paesi che costellano il territorio italiano, sempre più decentrati e in preda a un declino demografico ed economico. Fenomeno che tocca anche la provincia di Lecce, che negli ultimi anni, rivelano i dati Istat, ha visto diminuire i residenti con una contrazione di oltre 15mila abitanti, quanto un paese come Galatone. Inoltre i numeri parlano anche di uno squilibrio territoriale, perché a perdere abitanti sono i piccoli comuni del sud Salento e dell’entroterra otrantino, che soffrono la mancanza di servizi. Invece Lecce e i comuni limitrofi mostrano una maggiore capacità attrattiva.

Occorre rovesciare il punto di vista sulle aree marginali che si stanno via via spopolando, che possono rivelarsi un’opportunità in un momento in cui, anche a causa del Covid, si è acuita la crisi di egemonia dei grandi agglomerati urbani. È quanto auspica il gruppo di ricerca che, per i tipi di Donzelli, ha stilato il Manifesto per riabitare l’Italia: “una “inversione di sguardo” e un progetto di ripensamento dell’intero paese”, afferma il curatore Antonio De Rossi, docente di Progettazione Architettonica del Politecnico di Torino, “proprio a partire dai suoi margini, nell’idea che qui si giochino alcune sfide fondamentali per il territorio italiano del prossimo futuro”.

Parte da qui la riflessione dell’incontro online “I margini al centro” promosso dalla Casa delle AgriCulture Tullia e Gino di Castiglione d’Otranto che da tempo osserva la tendenza e da circa dieci anni pratica la “restanza” nel Capo di Leuca. Sulla pagina Facebook dell’associazione, giovedì 21 alle 18, il tema è approfondito assieme ad Antonio De Rossi e Angelo Salento, docente di Sociologia economica e del lavoro presso l’Università del Salento tra i redattori del Manifesto. Ad aprire l’incontro, Mariano Longo, direttore del Dipartimento Storia Società e Studi sull’Uomo di UniSalento; modera Tiziana Colluto, giornalista e presidente di Casa delle Agriculture Tullia e Gino.

Info: 348/5649772, ass.casadelleagriculture@gmail.com