Condividere il segno, il disegno e l’idea. Apre a Lecce, Cluster8

Corsi, laboratori, co-working, calcografia, xylografia, incisioni a portata di tutti.

CLUSTER
CLUSTER7
CLUSTER6
CLUSTER4
CLUSTER1
CLUSTER5
CLUSTER8
CLUSTER CLUSTER7 CLUSTER6 CLUSTER4 CLUSTER1 CLUSTER5 CLUSTER8

Cercare un luogo dove l’attitudine artistica convogli nella dimestichezza dell’artigianato, porta in una delle vie più centrali del quartiere San Pio a Lecce e Cluster8 è il suo nome. L’attività, di recentissima apertura, è nata con la vocazione di una fucina laboratoriale e la sua nomenclatura concettualizza l’unione di più elementi frammentati, distinti e poi raggruppati per realizzare una completezza: Cluster, appunto, e il riferimento del civico 8.

L’ingresso accoglie già lo sguardo che scorre tra la serialità composita di colori e di articoli per la grafica e le belle arti, schierati su pannelli che più che espositori, si approssimano per vocazione ad un’installazione. Pennarelli, inchiostri per tatuatori, intervallati dagli sprazzi di verde delle piante distribuite negli scaffali, riflettono la luminosità profonda dell’ambiente e l’atmosfera di qualcosa che accade dietro le quinte. Tra tavoli di legno disposti a formare un piccolo laboratorio infieri, le quinte si svelano essere una grande vetrata vista laboratorio. Ferroso, immobile, ieratico un grande torchio si staglia nella luce dell’ambiente. È il cuore di Cluster, la materia da cui passano matrici di stampa tra lingue di nastro nero che imprimono su carte porose, segni, graffiature e incisioni.

Come in un processo profondo, idea e materia si consumano fino a generare il segno, consacrato dal gesto, silenzioso e nero come l’inchiostro che dilaga nei solchi.

“Il concetto di segno. Del lasciare un segno. Di marchiare. Cluster, nasce con questa vocazione. Afferrare e affermare l’idea che le mani hanno un loro senso di esistere nel disegnare, nell’incidere, nello stampare, nel comunicare quando il verbo viene a mancare, o semplicemente non lo si vuole usare. Fare di un mezzo una costante di partecipazione e aggregazione. Diffondere ed esistere. Cluster8 nasce per questo. È una nostra protesi. È una nostra mano”, spiegano Mauro, Veronica e Platform Hood, anima del progetto.

È il saper fare e la necessità di continuare a farlo mantenendo aderenza con ambizioni e desideri di condivisione. Volontà, esperienza personale e senso pratico sono gli elementi che hanno fatto nascere uno spazio che prima non c’era, come aggiunge Veronica: “Chi viene qui trova un luogo che prima a Lecce non esisteva. Trova un luogo in cui insediarsi, uno spazio aperto che è seconda casa, trova un’area di co-working in cui condividere segno, disegno, idea. Trova un laboratorio che offre corsi di incisione e di tecniche di stampa, un’area espositiva nella quale è possibile proporre progetti ed eventuali collaborazioni, trova una selezionata rivendita di articoli per belle arti da poter acquistare, e trova noi, che magari è la parte meno interessante, o la più”.

Molti i progetti che come satelliti ruotano intorno a Cluster e al timone del suo torchio. Dalla disponibilità per studenti e praticanti di arti e tecniche di stampa, all’imminente corso di calcografia, alla disponibilità di condivisione di spazio per ospitare laboratori, come quello già in atto di “Disegno dal vero”, a presentazioni e collaborazioni nel campo editoriale e delle arti visive.

Calcografia, xylografia, edizioni d’arte non sono soltanto le specialità che si possono praticare da Cluster8, ma anche realtà da esplorare più da vicino anche grazie a collaborazioni con artisti ospitati per mostre e personali.

Già dal 7 marzo sarà ospite Giulia Seri, per dare alle stampe la sua edizione d’arte, preceduta solo da Il Bisonte, istituzione dell’editoria di incisione italiana. Alla preziosa edizione in tiratura limitata, sarà affiancata dal 12 al 22 marzo la personale dell’artista, con cui si aprono le mostre ospitate da Cluster8.

L’incavo del segno scavato sulla lastra in cui si deposita l’inchiostro, diventa etica di vita, paradigma dell’artista e dell’artigiano che si confronta con altri, riflettendo sulla concezione del tempo personale ed esecutivo. Un tempo che diviene totalizzante, specie quando è condiviso con gli altri. (Lara Gigante)

Cluster8, Fineart Printmaking Tattoosupply, via Dalmazio Birago, 8 Lecce

Info: 331/1075443