Con Sinbad, alla scoperta delle meraviglie dell’intercultura

L'illustrazione de "Il viaggio di Sinbad"

Continua a navigare sulla rete “Il viaggio di Sinbad”, in attesa di ritrovare approdi, volti, incontri, scambi. È partito nello scorso autunno il progetto, idealmente ispirato al marinaio protagonista della universale fiaba di origine persiana, e alle sue mirabolanti avventure, e ai magici incontri, per promuovere l’integrazione sociale dei giovani di diverse nazionalità, un progetto ideato e condotto dal Teatro Pubblico Pugliese insieme ai Poli Biblio-museali di Lecce e di Foggia, che ha abbracciato l’operato varie realtà sociali pugliesi impegnate nell’ambito dell’intercultura.

Si inaugurarono due presìdi culturali a novembre, uno a Lecce, presso la biblioteca “Nicola Bernardini“, e a Foggia presso la Stazione ferroviaria. Luoghi che avrebbero dovuto accogliere una rassegna di laboratori di lettura e scrittura interculturali, presentazioni di libri, conversazioni con autori e giornalisti. Tutto bloccato, ovviamente, dalle restrizioni imposta dall’emergenza sanitaria.

Ma, per quanto per un po’ frastornato e inceppato, “Il viaggio di Sindbad” non si ferma, e si sposta sul web in attesa di ritrovare i contatti umani e gli assembramenti culturali, e così le conversazioni vanno in streaming, le presentazioni di libri su Facebook, i laboratori in webinar didattici, le performance e le proiezioni su YouTube.

Un cartellone ricco di incontri, che rientra nell’ambito del CraFest 2020 “La cultura resta accesa”, programma che il Polo Biblio-museale di Lecce e il Dams di UniSalento hanno promosso per diffondere on line materiali d’archivio legati a musica, danza, teatro, arte contemporanea, letteratura, archeologia, editoria.

Dal 25 maggio al 6 giugno, in programma 22 appuntamenti, di mattina e pomeriggio, con possibilità di iscrizione per tutti. Tantissimi ospiti e loro sguardi, attività e iniziative legate al tema dell’intercultura e del valore delle diversità, declinato in tutti i modi, nella poesia, nella composizione, nella letteratura, nella linguistica, nell’arte, nella sociologia, nella comunicazione.

Ad accompagnare “Il viaggio di Sinbad”, ci sono

Fondazione EmmanuelHumanfirst, Crocevia, Liberrima Ristorante con Bar All’Ombra del BaroccoOfficine Culturali ErgotUniPop InterazioneSpazio BaolAvvocato di Strada – FoggiaFoglio di Via – Il giornale di stradaFratelli della Stazione Camera Avvocati Immigrazionisti Pugliesi, due librerie, Arco e Liberrima e anche l’Università del Salento.

Si inizia, lunedì 25, con il primo dei due giorni del laboratorio di scrittura e scritture della diversità a cura di Ilaria Guidantoni, con la partecipazione di Carlo Alberto Augieri, alle 10; nel pomeriggio, alle 17, Giorgia Salicandro, autrice del libro “I nuovi salentini” dialoga con Franco Merico e Marco Giannotta.

Per il calendario completo degli incontri, consultare la sezione appuntamenti del sito di quiSalento.