Arrivano a Lecce i “supereroi” del gusto

In programma da lunedì 11 a mercoledì 13, al Chiostro dei Domenicani, la quarta edizione di Foodexp, il Forum internazionale dell'enogastronomia e dell'ospitalità

Foodexp 2020

Hanno trovato soluzioni creative nel lungo periodo di incertezza e difficoltà dovuto alle restrizioni. Hanno dimostrato di saper rispondere alle difficoltà con la voglia di fare squadra. Hanno mostrato sensibilità verso i temi della sostenibilità ambientale e sociale. Sono “I Supereroi del presente”, cuochi, maître, sommelier, ristoratori, bar e hospitality manager ai quali è dedicata la quarta edizione di FoodExp, il Forum internazionale dell’enogastronomia in programma a Lecce da lunedì 11 a mercoledì 13.

Il chiostro dei Domenicani si trasforma in una sala ristorazione dov’è allestita la kermesse ideata e diretta da Giovanni Pizzolante, hotel manager e Ceo della società Sinexte a fare da protagonista non sono solo il gusto e i sapori, ma anche la formazione e l’approfondimento con talk e seminari. Un’occasione per restituire ad appassionati e professionisti uno sguardo ampio sul settore, tra stimoli, spunti di riflessione e opportunità di lavoro grazie alla partecipazione di grandi chef, formatori, giornalisti, vignaioli, imprenditori, addetti ai lavori, italiani e stranieri, per restituire alla platea uno sguardo ad ampio spettro sul settore e stimoli, spunti di riflessione e opportunità di crescita.

Giovanni Pizzolante. ideatore di Foodexp

Tante le eccellenze internazionali ospiti dell’edizione: si attendono i professionisti della prestigiosa EHL École hôtelière de Lausanne e del ristorante Berceau des Sens, Virginia Anne Newton Mattia Spedicato, del ristorante Geranium di Copenaghen, Manu Buffara, chef del ristorante Manu a Curitiba, in Brasile, e Maksut Aşkar, chef del ristorante Neolokal a Istanbul.

Per chi desidera scoprire la grande cucina italiana e internazionale l’appuntamento è con i “Memorabili”, pranzi preparati da grandi chef che presentano i loro piatti più rappresentativi: oltre ai “leccesi” Maurizio Raselli (3 Rane Ristoro) e Donato Episcopo (Gimmi, Chiostro Domenicani)  sono presenti, tra gli altri, Paolo Griffa (Petit Royal di Courmayeur), Pasquale Torrente (Al Convento di Cetara), Chiara Pavan e Francesco Brutto (Venissa di Mazzorbo).

Novità dell’edizione è “Il Teatro di Foodexp”, uno spazio di approfondimento e di formazione informale che ospita chef, pasticceri, bartender che non temono di uscire fuori dagli schemi. Tra gli ospiti Norbert Niederkofler, chef del ristorante St-Hubertus a San Cassiano (Bz), Diego Rossi, chef di Trippa a Milano, e la sua performance “Pecora Pop”, accompagnato dal coltellinaio Michele Massaro, il pluripremiato chef pâtissier Andrea Tortora, Alexander Frezza, bartender de L’Archivio di Napoli e molti altri.

Foodexp 2020

È invece nei “Talk” che danno la loro testimonianza i “supereroi” del cibo ospiti della rassegna. Si alterno sul palco, giornalisti come  Enzo Vizzari (Le Guide de L’Espresso) o Fiammetta Fadda (La cucina Italiana/Traveller), ) e grandi chef che raccontano aneddoti, storie e visioni dall’alto valore ispirazionale: da Anthony Genovese (Il Pagliaccio) ad Antonio Ziantoni (Zia), da Franco Pepe (Pepe in grani) a Gianni Tortora e Simone De Siato (Palazzo BN) e ancora Nicola Loiodice  e Domingo Schingaro (Due Camini), Pasquale Torrente (Al Convento), Pino Cuttaia (La madia) solo per citarne alcuni.

A Foodexp non manca una significativa rappresentanza della ristorazione al femminile pugliese, composta da Cristina Conte (La trobaffo), Valentina Rizzo (Farmacia dei sani) e Teresa Buongiorno (Già sotto l’arco). E se la sezione “Foodexp Gourmet” permette di fare un break per il pranzo, gustando una selezione di specialità finger food, sui “Banchi d’assaggio” del chiostro si consumano i più conviviali incontri di gusto tra chi fa e prepara, e chi assaggia.

Info e programma nei dettagli: www.foodexp.it