Alla scoperta dei giardini del Salento

Da Depressa a Cisternino, sabato 5 e domenica 6, anche nel Salento si schiudono i parchi verdi e gli orti botanici in occasione di "Appuntamento in Giardino".

Si schiudono i giardini, gli orti e i parchi verdi di tutta Italia per un fine settimana “green” in occasione di “Appuntamento in giardino“, iniziativa prevista per sabato 5 e domenica 6 giugno a cura di APGI-Associazione Parchi e Giardini d’Italia con il sostegno di Ales e il patrocinio del Ministero della Cultura, che apre le porte di oltre 150 giardini in tutto il Paese.

Giunta alla quinta edizione, la manifestazione invita il pubblico a visitare parchi, orti botanici e giardini spesso chiusi e non fruibili, per riscoprire un aspetto forse meno conosciuto del patrimonio culturale e naturale nazionale, attraverso visite guidate gratuite, ma anche intrattenimento musicale, lezioni di yoga, estemporanee di pittura, degustazioni. L’obiettivo ultimo però è soprattutto quello di sensibilizzare alla cura e all’importanza della salvaguardia di questi lussureggianti polmoni verdi.

I Giardini di Pomona a Cisternino

Nel Salento e nella Valle d’Itria, saranno visitabili i profumati Giardini di Pomona, a Cisternino, il Giardino di Palazzo Aurisicchio, a Ostuni, l’Orto Botanico del Salento, il Giardino di palazzo Winspeare a Depressa, lo splendido Giardino dei Continenti della masseria Brusca nelle campagne neretine, il Giardino botanico La Cutura a Giuggianello, il giardino del palazzo marchesale di Melpignano, dove sabato la musica è a cura di Michela e Antonio Sicuro, mentre domenica a cura di Eleonora Bavia.

“La cultura sta guidando la ripartenza del Paese”, ha dichiarato il Ministro della cultura Dario Franceschini, sottolineando come “il Recovery plan introduce risorse fondamentali per valorizzare il patrimonio culturale italiano e le sue eccellenze come i parchi e i giardini storici”. “Una scelta che riconosce lo statuto e la dignità storica e artistica dei giardini italiani, oltre al loro straordinario valore ambientale e paesaggistico” ha sottolineato l’Ambasciatore Ludovico Ortona, Presidente APGI. “Ales, quale socio fondatore di APGI – dichiara Mario De Simoni Presidente e Ad Ales Spa – ne sostiene con forza l’azione, a sottolineare la piena appartenenza di parchi e giardini al nostro patrimonio culturale”.

Tutte le informazioni e i giardini aderenti sul sito www.apgi.it/appuntamento-in-giardino e sui canali social APGI.