Afghanistan, valorizzare per accogliere

Accoglienza, solidarietà, formazione. Tre parole chiave per partire con “Afghanistan 2030 – Next Leaders”, progetto che ha come capofila Solidarietà Italiae e che vede la Fondazione Emmanuel e l’Assessorato al Welfare, Accoglienza, Accessibilità, Politiche Abitative del Comune di Lecce in prima fila.
Ci si trova giovedì 7 ottobre alle 17 presso l’Open Space del Comune di Lecce in piazza Sant’Oronzo, per il lancio del progetto, insieme a Silvia Miglietta, Assessora al Welfare del Comune di Lecce, Fabiana Cicirillo, Assessora alla Cultura del comune di Lecce, Stefania Gualtieri, Vice Presidente Fondazione Emmanuel, Alessandro Valenti, Scirocco Films, Vincenzo Fischetti, Presidente Humafirst Italia e altri ospiti.

L’idea è favorire un futuro per tanti giornalisti, artisti, docenti e attivisti, esponenti del pensiero critico e culturale della società afghana diventati il primo bersaglio della repressione del regime talebano.
“Provo rancore per il mio Paese che mi sta togliendo tutto – racconta Sara Ahmadi (in foto), imprenditrice e attivista per i diritti delle donne in Afghanistan – i sogni che avevo, la fatica che ho fatto, l’energia di tantissimi giovani. L’Italia mi sta dando una nuova possibilità per aprire altre porte e aiutare le donne che come me vogliono un Afghanistan dei diritti umani”.

Si vuole puntare a un’accoglienza capace di riconoscere e valorizzare il patrimonio culturale e politico dei rifugiati, attraverso borse di studio, corsi di formazione, tirocini, stage, borse lavoro, donazioni, raccolte fondi, eventi di sensibilizzazione, laboratori di socializzazione e altre iniziative, cercando di coinvolgere associazioni, istituzioni, aziende, imprese e privati cittadini in una rete attiva attraverso un’adesione pratica e immediata, offrendo condizioni, strumenti e percorsi di formazione e di inserimento lavorativo.

Info: accoglienza.afghanistan.emmanuel@gmail.com, 338/6327409