Zafaran, lo zafferano salentino che profuma di solidarietà

Spezia pregiata dal tipico colore giallo, ricca di proprietà benefiche per la salute sì, ma anche per il territorio, se coltivata nel segno della solidarietà e della sostenibilità.

È buono, pulito e giusto lo zafferano di Zafaran, la neonata Comunità Slow Food del Salento, fondata dalla condotta provinciale di Slow Food con l’Università del Salento e alcuni produttori con vocazione sociale. Sono stimmi “solidali” i tre filini rossi racchiusi nei fiori violacei del croco, nome scientifico Crocus Sativus, coltivati da Filodolio Cooperativa Sociale, partner del progetto di agricoltura sociale Utilità marginale di Fondazione Div.ergo-ONLUS, Zafferano del Salento  con un’esperienza decennale nella coltivazione dell’oro rosso, Luna Laboratorio Rurale, progetto di innovazione sociale e agricolo di Galatone e l’azienda agricola “Così in Terra” di Leverano.

La coltivazione dello zafferano nel Salento è una tradizione molto antica, cresceva spontaneamente nella macchia mediterranea, ma era presente anche nelle coltivazioni in diverse zone della provincia di Lecce. Da qualche tempo si è recuperata questa tradizionale coltura, dalla lavorazione faticosa, la raccolta del fiore è fatta manualmente come l’estrazione dei pistilli. È uno dei cibi più cari al mondo, ma non è economico l’obiettivo di Zafaran, che privilegia le persone e le relazioni al profitto.

La rete di produttori che fornisce lo zafferano alla Comunità è legata dai valori dell’agricoltura sociale, del rispetto dell’ambiente, delle generazioni presenti e future e di chi è più fragile e svantaggiato. Piccole realtà locali che adottano modelli di coltivazione sostenibili, che riducono l’impiego di risorse energetiche e di sostanze chimiche, prendendo a cuore la salute di tutti. Ma c’è anche il tentativo di portare avanti un’idea diversa di imprenditoria, capace di condividere i costi e le risorse, preziosa opportunità per i più piccoli che, uniti, possono contribuire alla realizzazione di un obiettivo ambizioso che dia visibilità a un prodotto pregiato, garantendone la qualità e il valore etico.

Zafaran è un’alleanza stretta da storie personali, esperienze diverse, competenze variegate, visioni e sguardi rivolti però verso lo stesso orizzonte, che mette al centro l’uomo in relazione alla Terra e uno sviluppo sostenibile che contempla anche la valorizzazione della biodiversità. Ci si ritrova idealmente tutti insieme a condividere un gustoso risotto dal colore dorato o di scapece gallipolina, che profuma di Salento e dal sapore “buono” della solidarietà.