Un poster contro le fake news a Conversazioni sul Futuro

Fake News

Nessuna parola, solo la potenza e l’universalità delle immagini per diffondere un messaggio, urgente: fermare le notizie false, o meglio, rendere le persone consapevoli della verità. “Fake news – 2020 Vision” è il tema dell’undicesima edizione di Poster For Tomorrow, concorso internazionale di comunicazione sociale aperto a grafici e designer, chiamati realizzare un manifesto su argomento di rilevanza sociale.

Quest’anno, dopo una prima selezione, la giuria si riunirà durante l’ottava edizione del festival Conversazioni sul futuro in programma a Lecce dal 22 al 25 ottobre. “Per ridurre il nostro impatto ambientale faremo coincidere la sessione di valutazione finale con un evento internazionale di design. In questo modo riuniremo insieme in un’unica sessione dal vivo tutti i giurati, ed evitando di effettuare ulteriori viaggi o spostamenti rilevanti, abbasseremo l’impatto sulla nostra “impronta ecologica”, si legge nella call sul sito del concorso.

La campagna visiva di questa edizione, sostenuta anche dal Ministero della Cultura francese, è curata dall’artista cinese Yang Liu. Nata a Pechino nel 1976 e, dal 1990, stabile e operativa in Germania, i suoi lavori hanno ottenuto premi e riconoscimenti e sono stati esposti in tutto il mondo.

Per partecipare c’è tempo sino a mercoledì 20 maggio, le istruzioni per i creativi sono chiare: “Vogliamo che incoraggiate la gente a contrastare le notizie false con fatti, cifre e fonti che illuminano l’oscurità. Inoltre, vogliamo che alziate la voce per chiedere un’ulteriore regolamentazione di Internet e dei Social Media. Se è reso illegale pubblicare disinformazioni su internet, allora le notizie false saranno tagliate alla fonte.”

Il brief completo, le regole  per partecipare al concorso e altri suggerimenti sono disponibili per il download tradotti in più lingue sul sito posterfortomorrow.org