Tornano gli Eventi e continua lo “Speciale luoghi” nel primo numero di luglio di quiSalento

Si odono canzoni e musiche, riaprono i primi piccoli sipari di un’estate ancora tutta in divenire, si torna agli eventi “in presenza” e si cerca un barlume di “normalità” in una stagione tutta da scrivere. Un’estate in bilico, combattuta tra la voglia, e un po’ il timore, di lasciarsi andare, e la diffidenza verso chi lo fa già da tempo.

quiSalento, nel primo numero di luglio, riparte con lo “Speciale luoghi”, dall’avamposto di Leuca Piccola al Parco dei Paduli, dal Castello Aragonese di Castro all’insenatura dell’Acquaviva, dallo scrigno incastonato negli scogli di Marina Serra alla selvaggia Baia di Uluzzo.

E poi torna, vera novità dell’estate, la rubrica Eventi, con le “narrazioni” del festival Armonia, che accoglie nel Salento tutti i candidati al Premio Strega; con le parole e la musica di Mino De Santis, che riapre ufficialmente i concerti, annunciando il nuovo Cd (dal 15 luglio in tutte le edicole, con quiSalento); con il ritorno dei mercatini e il tuffo nel passato dei Giardini del vintage.
Tanti, e molto attesi dalle famiglie, i Campi Estivi per bambini e ragazzi.

C’è il Cinema, con le programmazioni estive di Lecce, nel chiostro dei Teatrini e dell’Arena Eden a Brindisi. La sezione Musiche è aperta dal nuovo, coloratissimo, disco di Populous, un omaggio all’universo femminile.

I nuovi salentini di Giorgia Salicandro aprono la rubrica Da leggere, per lasciare poi il passo alla Storia della banda di Squinzano e all’Alfabeto Affettivo di Dario Goffredo.
Fa capolino l’insolita “Chiamata alla scrittura” del fine incisore Andrea De Simeis, che dà vita a una incredibile macchia musicale.

Si riprende a visitare sempre più Mostre, a partire dall’Aria del tempo di Massimo Sestini agli itinerari architettonici lontani dal classico Barocco, dalla Fabbrica delle parole e l’arte della stampa a Make This Earth Home, esposizione diffusa nelle strade di Otranto.

Sono “Riti e feste” inconsueti, non c’è dubbio, ma la Madonna del Canneto di Gallipoli e Santa Domenica di Scorrano rimangono celebrazioni significative della prima parte del mese.
I “miluni americani” sono raccontati da Massimo Vaglio in Da gustare, mentre si sperimentano nuovi aromi per le birre artigianali, come la Sarginiska di B94, e vecchi sapori, la riscoperta del tartufo nei ristoranti di Caprarica.
Qualcosa di diverso nasce in Terraviva, ossia il mosto di Lambrusco di Xfarm, vera e propria sfida agricola di comunità.

Il racconto “Sono un fallito”, del giovanissimo Fabio Tullo, fa capolino nella rubrica Le storie di qui, con le illustrazioni Veronica La Greca.
Un luogo, davvero “speciale”, come Villa Sticchi di Santa Cesare Terme, rivive nelle parole di Giusy Casciaro.
Si chiude con le tantissime escursioni Da scoprire, giornaliere e notturne, a partire dagli itinerari in kayak ai cammini nella storia di Archès, dalle proposte settimanali alla scoperta del Capo di Leuca, di Expe Salento, alle esperienze nel Teatro Romano con The Monuments people. Il tutto, magari, seguendo le linee e le tratte estive di Salentoinbus, che riparte dal 1° luglio.