Santa Lucia accende il Natale a Galatone

Le iniziative natalizie a cura della Pro Loco di Galatone rischiarate dal tepore del falò di Santa Lucia, appuntamento tradizionale della cittadina.

Gigi Gabrieli e il falò di Santa Lucia

S’illumina con la luce calda e piena di speranza della tradizione, il Natale a Galatone. Sarà acceso anche quest’anno, infatti, il falò dedicato a Santa Lucia per mano di Zu’ Gigi, al secolo Luigi Giosuè Gabrieli, decano dell’accensione della pira della santa venerata a Galatone, un’iniziativa accessibile solo in diretta streaming e chiusa al pubblico, nel rispetto delle norme relative all’emergenza sanitaria.

Sono 38 i falò accesi da Gigi Gabrieli, una sorta di papà di questa tradizione galatonese, quest’anno inserita nel calendario delle iniziative natalizie a cura della Pro Loco, in collaborazione con l’amministrazione comunale, “Galatone a Natale 2.02.0”, rassegna in onda già dal 6 dicembre sui canali Facebook, Youtube e Instagram dell’associazione presieduta da Giovanni Schirinzi

Dopo il focus sulle ricette della tradizione dei giorni dell’Immacolata, i riflettori si accendono sul falò di Santa Lucia, ripreso dalla videocamera di Luigi Nico (con la cooperativa di comunità eLabora che contribuisce con il supporto tecnico). Sabato 12 dicembre, è infatti in programma un vero e proprio FuoriFalò della Vigilia, con contributi video sui due edifici religiosi dedicati alla protettrice della vista nella cittadina, ovvero la chiesa dell’Annunziata nel centro storico e la piccola “Santa Lucia di Tabelle”, nell’omonimo vecchio casale tra Galatone e Galatina, il backstage del falò e la diretta dell’accensione, sempre sulle pagine social della Pro Loco a partire dalle 19:30, con testimonianze, contributi e la benedizione del fuoco da parte del parroco Don Agostino Lezzi, alla presenza del sindaco Flavio Filoni.

Dopo Santa Lucia, il prossimo appuntamento è domenica 20 dicembre con un tour virtuale tra le opere della Natività e della Sacra Famiglia custodite nelle chiese galatonesi, a partire dall’opera di Bartolomeo Vimercati, il quadro della consegna delle chiavi a San Pietro, tela seicentesca conservata nella sagrestia del bel santuario barocco del Crocifisso.