Nuvole dal mare. Approda a Lecce il festival del fumetto

Il Convitto Palmieri accoglie, venerdì 24 e sabato 25, "Dalla prospettiva del mare. Festival diffuso del fumetto a sud-est" promosso dal Polo biblio-museale di Lecce

Luogo di dialogo fra culture, di scambio di progettualità e buone pratiche, il mare da sempre è fonte di ispirazione per la narrazione di storie che accompagnano l’uomo. Ne esalta le infinite direttrici narrative il Dal Mare Comics Festival, momento di approdo artistico del percorso “Dalla prospettiva del mare. Festival diffuso del fumetto a sud-est”, progetto curato dal Polo Biblio-museale di Lecce, in collaborazione con LedA, Diabolo Edizioni, Picturebook Fest, che unisce, proprio come il mare, tre nazioni bagnate dalle stesse acque: l’Italia, l’Albania, la Grecia.

Prima tappa del festival: Lecce. Venerdì 24 e sabato 25 giugno il Convitto Palmieri ospita gli appuntamenti del festival vincitore dell’avviso pubblico “Promozione fumetto 2021” promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, che coinvolge gli autori e loro storie, momenti di dialogo in una pluralità di voci e visioni sul mare. E attraverso l’arte del fumetto, inteso come patrimonio culturale accessibile a tutti, autentico ponte tra culture e generazioni differenti, congiunge luoghi e anime vicine e lontane.

Tra workshop di formazione per bibliotecari, docenti e professionisti dell’educazione e laboratori didattici, il momento culminante dell’esperienza è la mostra sitespecific, con le opere esposte lungo il muro di cinta del Museo Castromediano di Lecce. Una mostra che, conservando il carattere itinerante, sarà ospitata nei prossimi mesi anche in Albania e in Grecia.

Sono sei gli artisti coinvolti: Gianluca Costantini, artista e attivista per i diritti umani, insegnante di arte del fumetto all’Accademia di Belle Arti di Bologna; Marco Paschetta, illustratore e fumettista, docente presso la Scuola Internazionale di Comics di Torino; Roberta Muci (aka Joe1), giovane e talentuosa fumettista emergente nata a Nardò, molto attiva nella scena underground del fumetto; Thomas Gilbert, affermato autore francese che ha studiato Belle Arti a Parigi e Fumetto presso la Scuola Superiore d’Arte Saint-Luc di Bruxelles; Shpend Bengu, nato a Tirana, forte di una ventennale esperienza di insegnamento e attività nei settori dell’Arte, dei Beni Multimediali e dei Beni Culturali; Elena Gogou, fumettista e illustratrice freelance che vive a Patrasso, sperimentatrice di narrativa distopica e cyberpunk.

Una sezione importante del festival è “Nuvole di passaggio”, un ciclo di sei workshop di autoproduzione del e di tre laboratori realizzati presso le sale della biblioteca Bernardini dagli autori ospiti durante la due giorni del festival, in cui i partecipanti (piccoli e grandi), hanno anche la possibilità di autoprodurre delle opere grazie all’uso delle macchine a stampa del museo Fabbrica delle Parole.

Tutti i contenuti sul sito www.dalmarefestival.it e sui canali social (Instagram, Facebook e Tik Tok) del festival.

Info: 0832/373576.

Articolo precedentequiSalento 15-30 giugno 2022 (abbonamento)